Maybu: apre in Prati il fast food Tex-Mex

23 aprile 2018

Gode di grande fama mondiale il cibo Messicano, ricco, goloso e smart come è. Ne vanno matti gli Americani tanto da averne assimilato modalità di fruizione, ingredienti, gusti. Dalla fusione di queste due culture ne è nata una cucina, quella Tex-Mex, che di versatilità e portabili  tà fa il suo vanto. Rapida e gustosa. Quando sentite dire che Roma è refrattaria ai nuovi format e alle nuove culture gastronomiche non credeteci da Maybu  Margaritas y burritos (Via Candia, 113) la fila è sempre cospicua, rapida e colorata.

maybu-vetrina-01

L’apertura del fast food Tex Mex risale ai primi giorni di marzo di questo 2018 e già il locale straripa di gente entusiasta. maybu è un fast food autentico e di qualità in Prati E non si venga a dire che è perché Prati pullula di giovani curiosi e turisti. Tra i tavolini sarà possibile scorgere uomini in giacca che affondano le dita in una montagna di nachos o piluccano una generosa insalata, o qualche signora cotonata che addenta un burritos e beve divertita un margarita al mango. Ma anche pensare di portare tutto a casa per una cena tra amici. Tanto più che il format è semplicissimo e soprattutto divertente.

maybu-preparazione-03

Si può scegliere tra un burrito medio o grande e farcirlo come si vuole. Una tortilla morbida racchiude tutte le farce che si desiderano. Si possono mescolare riso e fagioli, con chili, pollo o maiale (carnitas), a piacimento si aggiungono guacamole, pico de gallo, jalapeños, ma anche panna acida, cheddar o insalata. Per un tocco croccante lasciate che venga sbriciolato qualche nacho.

edf

Non manca la possibilità di avere un burrito vegetariano: allora largo spazio a peperoni, quinoa e mais. Il proprio burrito scorre sul bancone, anche se si è alle prime armi e non si sente sperduti visto che i ragazzi al pass sanno consigliare e ingolosire. È il cliente a comporre, abbinare e accostare ed è per questo che ogni singola preparazione rimane equilibrata nei sapori in modo che nella sovrapposizione ciascuna riesca a fondersi con le altre e a trovare la giusta armonia. E se siete tra quelli che amano le bevande sodate, pagato il primo bicchiere, ci si può servire ancora dai comodi dispender.

maybu-interni-03

L’ambiente è curato e fresco (150 metri quadri e 70 coperti), belle e ipnotiche le carte da parati lussureggianti, sgargiante il verde delle suppellettili, imponenti le statue della buena muerte che, da divinità quali sono, troneggiano benevole sugli astanti nei loro costumi tradizionali. Molta attenzione è accordata alla sostenibilità, in un fast food si sprecano migliaia di bicchieri e cannucce, una quantità infinita di carta e involucri, ma non qui.

maybu-margarita-2

È Diana Beltran a spiegarci che ogni imballaggio qui è compostabile, i bicchieri e le cannucce sono fatti in una fibra di mais, biodegradabile è la carta che avvolge la vostra cena. La chef di Acapulco, proprietaria anche dell’adiacente ristorante messicano La Cucaracha, ha le idee chiare. Vera e propria promotrice della cultura messicana (è autrice del libro Cucine del Mondo – Messico), ci spiega come un format di cucina Tex-Mex non esista in Italia. Da qui la volontà di creare un fast food che punti tutto sulla genuinità e sulla modulabilità del prodotto, che inviti i clienti a tornare per provare una nuova combinazione di sapori.

I commenti degli utenti