L’emozione di conoscere i sapori: l’iniziativa di Fondazione CondiVivere

9 maggio 2018

Tra gli scaffali ci sono prodotti alimentari biologici di alta qualità. Pasta, riso, olio marmellate, legumi, farine, ma anche prodotti tipici regionali, o quelli a km 0, un punto vendita di prodotti bio a milano per integrare lavorativamente le persone con deficit persino un settore dedicato al fresco, come verdura, frutta, formaggi e salumi. Si chiama L’emozione di conoscere i sapori. È un punto vendita di prodotti bio, si trova a via Tartini 14 a Milano. Ed è gestito da un gruppo di adulti disabili. Pur presentandosi come un negozio, infatti, questo punto vendita è un laboratorio in cui realizzare percorsi per lo sviluppo cognitivo, affettivo e delle relazioni e per formare lavorativamente e integrare socialmente – a lungo termine, affiancate da operatori e famiglie – le persone con deficit, in un contesto attivo e realmente produttivo.

Il progetto

aemocon

Acquistando in questo punto vendita, quindi, si contribuisce a mantenere un contesto di qualità, a promuovere lo sviluppo dei valori di solidarietà, di inclusione sociale e di rispetto delle originalità di ciascuno. Il progetto, iniziato nel 2016, si inserisce in una complessa rete di iniziative promosse da più soggetti: la Fondazione Condivivere, il suo braccio operativo, la cooperativa Sì, si può fare, lo staff scientifico dell’associazione Aemocon, fondata dal professor Nicola Cuomo, ex docente dell’Università di Bologna e fondatore del metodo emozione di conoscere.

aemocon-3

La Fondazione Condivivere nasce proprio da un gruppo di genitori di persone disabili e porta avanti progetti per un futuro degno e di qualità, di autonomia e inclusione nel tessuto sociale per i propri figli, per fornire loro forti strumenti di autonomia, prima di tutto in qualità di persone. Sua naturale diramazione e braccio operativo è la cooperativa Sì, si può fare, per promuovere e realizzare iniziative e percorsi individuali per le persone disabili nei vari contesti della vita – dalla casa al lavoro al tempo libero  – percorsi di formazione per famiglie e operatori, scuole di vita autonoma, come residenze leggere e co-housing.

aemocon-4

In questo percorso, la Cooperativa si avvale della consulenza scientifica dell’associazione Aemocon e gli educatori, formati al metodo “Emozione di conoscere“,  lavorano nel rispetto e nella valorizzazione delle intelligenze e potenzialità di ogni persona, cercando di sviluppare le capacità di apprendere, di avere pensieri intenzionali, di decidere, di risolvere problemi, di svolgere azioni quotidiane in autonomia, per una vita più indipendente e integrata nella società possibile. Per avere un’idea di ciò che la Fondazione Condivivere e l’associazione Aemocon porta nella vita di ognuna di queste persone, Triboo e Casta Diva Pictures hanno realizzato un efficace video, lo strumento migliore per capire esattamente il beneficio reale di questo progetto.

Fondazione, Cooperativa, associazione Aemocon lavorano in sinergia anche per creare reali opportunità lavorative per le persone disabili in aziende esterne, le quali possono avvalersi di un supporto di qualità da parte di uno staff di professionisti (educatori, pedagogisti, psicologi) capaci e attenti a coniugare esigenze lavorative e originalità delle persone con disabilità, secondo una visione sempre più etica del lavoro e dell’impresa. E, con lo sguardo al futuro, per un dopo di noi di qualità. Per sostenere la Fondazione Condivivere destinando il 5X1000 alle sue molteplici attività, visitate il sito dedicato.

I commenti degli utenti