Chef Rubio è tornato: su DMAX il nuovo programma Camionisti in Trattoria

13 maggio 2018

I baffi sono tornati. Non più mustacchi all’insù, ma a ferro di cavallo. Forse per calarsi meglio nei panni dei camionisti che incontra sulla sua strada, facendo su e giù per l’Italia, fermandosi in quei locali dove “di sicuro si mangia bene perché il parcheggio è pieno di tir“. Dal 10 maggio, ore 21.25, è tornato su Dmax Chef Rubio, dopo l’unto questa volta alle prese con i Camionisti in trattoria, per scovare i leggendari luoghi frequentati dai camionisti, a buon prezzo e di ottima cucina. Qualità e prezzo impareggiabili sono infatti la base. Poi ci sono i luoghi, spesso segreti, spesso appannaggio esclusivo di una ristretta cerchia di affezionati.

dmax_camionisti-in-trattoria_rubio

In ogni puntata, Rubio percorre un lungo tratto di strada in compagnia di 3 diversi camionisti, passeggero e secondo che a pranzo si lascia (tras)portare nel loro posto preferito. Una volta arrivato in trattoria, stringe mani e conosce cuochi e proprietari, si fa un giro in cucina, assaggia qualche specialità e, infine, si spara il menu consigliato dal suo camionista. Uno dopo l’altro. Per scoprire e mostrare il mondo dei truck driver, macina chilometri e macina ganasce.  Alla fine di ogni puntata, il camionista e l’oste che si saranno distinti vinceranno – dice Rubio – una “personalissima interpretazione, ironica e anticonvenzionale, del classico calendario che non può mancare in ogni camion che si rispetti“.

dmax_camionisti-in-trattoria_rubio_o47a2282

Rubio, però, non torna soltanto in tv, ma anche nelle librerie: il 22 maggio, infatti, edito da Rizzoli, esce il suo Mi sono mangiato il mondo, un viaggio fotografico tra storie, cibo e persone. Dietro la macchina il suo occhio, nelle didascalie le sue parole. Senza filtri, per una visione “personale, diretta e spontanea del mondo”, visto tramite il suo sguardo. “Negli ultimi cinque anni – scrive Rubio sul suo sito – mi sono messo sotto con la fotografia, studiandone la storia, gli interpreti . In questo libro troverete solo storie a colori. Una raccolta scelta e ragionata di foto che spero sia un esercizio di umanità per chi le guarderà, che facciano viaggiare con la fantasia ripercorrendo i miei itinerari dalle favelas ai grattacieli, di notte tra i banchi di un mercato, coi bambini in un fiume affollato, tra combattimenti di galli ed essiccature di alghe, tra gechi alla griglia e le pesche più buone del mondo, per guardare negli occhi tanto la sofferenza quanto l’amore“.

dmax_camionisti-in-trattoria_rubio_camionista-fusaro

Anche quest’anno il rude cuoco è ambasciatore di Amnesty International, per la campagna 5×1000 in difesa dei diritti umani. “Rinnovo il mio impegno contro ogni violazione – dice Rubio – e metto a disposizione la mia visibilità per contrastare una società divisa, esposta alla disinformazione, a caccia del sensazionalismo, disposta a diffondere bugie e a promuovere odio e intolleranze. Siamo tutti responsabili e possiamo cambiare le cose con un atteggiamento critico e consapevole verso l’informazione, cominciando dalla conoscenza dei fatti, dalla base dell’educazione e della cultura dei diritti“.

I commenti degli utenti