Il nuovo San Pellegrino Young chef è Yasuhiro Fujio

14 maggio 2018

Il miglior giovane chef del mondo secondo S.Pellegrino quest’anno è il giapponese Yasuhiro Fujio, sous chef del ristorante La Cime di Osaka. È stato lui a conquistare la giuria dei Sette Saggi, grazie al suo piatto intitolato Across The Sea. yasuhiro fujio è stato affiancato dal suo mentore, luca fantin Affiancato dal suo mentore Luca Fantin, Fujio ha presentato un piatto a base di ayu, pesce di fiume giapponese, disponibile soltanto per un breve periodo dell’anno. Nel suo piatto, il giovane cuoco ha tentato di ricreare le sue origini, passando tra gli odori e i sapori del fiume vicino alla sua casa, dove il pesce ayu vive, e incorporando anche sapori verdi in tutti i componenti del suo piatto d’autore. Scavalcando, così, nelle battute finali della gara, il piccione di Jake Kellie da Singapore (sous chef da Burnt Ends) e l’halibut affumicato del polacco Marcin Popielarz, chef del White Rabbit di Danzica.

san-pellegrino-young-chef-2018

A incoronarlo vincitore, la giuria formata da alcune delle migliori personalità del mondo della gastronomia: Virgilio Martínez, Margarita Forés, Brett Graham, Annie Féolde, Dominique Crenn, Anna Roš e Paul Pairet. “Grazie a tutti quelli che mi hanno supportato – ha commentato emozionatissimo il giovane chef – non mi considero il migliore del mondo, anche perché dopo aver visto all’opera gli altri finalisti, ho visto tanta bravura“.

san-pellegrino-young-chef-2018-2

Lo stesso chef Fujio ha portato a casa anche il premio Acqua Panna – Taste of Authenticity, riconoscimento che gli è stato assegnato dai 21 tutor. Sul palco, insieme a lui, anche Elizabeth Puquio Landeo (America del Sud), chef de partie di Ambrosia, Cile, che ha portato a casa il voto della community online e vinto il premio People’s Choice Award di Fine Dining Lovers, grazie al suo piatto d’autore basato sui sapori peruviani, un modo per celebrare sua madre e i sapori della sua infanzia.

I commenti degli utenti