The World Restaurant Awards: vi prego non chiamatela LISTA

17 maggio 2018

René Redzepi, David Chang, Daniel Patterson, Massimo Bottura, Clare Smyth, Daniel Humm, Yannick Alléno, Alex Atala, Dominique Crenn, Gert De Mangeleer, Luca Fantin, Ana Roš, Virgilio Martinez, Rodolfo Guzman, e poi i media più importanti del mondo, da Vice passando per Le Monde, Cook_ink, Dispensa, Chef’s Table fino (orgogliosamente) ad Agrodolce. Abbiamo risposto alla chiamata di Andrea Petrini, Joe Warwick e Justin Clarke, cuori e menti dei nuovi THE WORLD RESTAURANT AWARDS. Base del primo appuntamento: Parigi.

unnamed-1

C’era una bella parte del mondo della gastronomia internazionale nella Ville Lumière la scorsa settimana, arrivata per ragionare in merito a come realizzare questi nuovi Awards, che mai e poi mai dovrete chiamare lista. Vorrei potervi dire di più, ma la verità è che ancora molte cose devono essere decise. Quello che abbiamo sviluppato durante i workshop (partecipatissimi dai presenti) è l’esigenza di mettere in luce la ristorazione di alta qualità (sia di gusto sia di etica) uscendo però dai soliti schemi, dai soliti nomi, dai soliti luoghi, e anche forse dai soliti parametri.

Joe Warwick, Massimo Bottura, Justin Clarke, Andrea Pertrini

Joe Warwick, Massimo Bottura, Justin Clarke, Andrea Pertrini

Quel che sembra certo, è che ci saranno delle categorie particolari. Ci sarà forse anche un Manifesto a raccontare le nostre linee guida, le ancore imprescindibili per formulare un giudizio, e ci saremo noi (il panel) che con impegno cercheremo di premiare ristoranti meritevoli, meno conosciuti, cercando ambassador anche dove non si è mai guardato fino ad ora in termini di ristorazione. L’evento, quello vero, si terrà il 18 febbraio 2019, e sarà trasmesso da una rete televisiva ma più di questo, lettori, non posso dire. Nell’attesa, seguite l’hashtag #worldrestaurantawards su Instagram e sbirciate sui siti ufficiali: @worldrestaurantawards, restaurantawards.world 

I commenti degli utenti