Cene estive: dove mangiare a Fregene

11 giugno 2018

La stagione 2018 è aperta: via ai pranzi e alle cene con i piedi immersi nella sabbia e un bicchiere di bianco ghiacciato in mano. Fregene, lungo il litorale nord della costa laziale, è una delle mete più amate dai romani per l’ampia scelta di indirizzi, la possibilità di mangiare proprio sulla spiaggia, la presenza di punti fermi della ristorazione di pesce e sempre qualche novità da provare a ogni stagione. Qualche nome?

  1. La Baia, FregeneIn ogni indirizzario che si rispetti non può mancare La Baia (via Silvi Marina, 1) con il suo slogan “Pesce, amore e fantasia”, uno dei ristoranti più famosi di Fregene per l’ottima qualità dei piatti, l’atmosfera rilassante nella veranda in legno sul mare e il servizio professionale ma sorridente. Il menu offre piatti a base del miglior pesce fresco, dai grandi classici come la pasta con le vongole o i crudi a qualche escursione nel moderno. La Baia è uno stabilimento, quindi oltre al ristorante ci si può sedere anche al chiosco, magari all’ora dell’aperitivo, per aperitivi e apericene a km 0, specialità bbq ed etichette selezionate.
  2. controventoSulla stessa via, poco più in là, c’è Controvento (via Silvi Marina 37/a), stabilimento-ristorante dallo stile minimal ma curato in una posizione felice dello storico borghetto di Fregene chiamato Villaggio dei Pescatori. Qui i tavoli sono proprio sulla spiaggia (ma per chi non ama la sabbia nelle scarpe c’è anche la veranda), e la sera l’atmosfera è davvero suggestiva. Come in ogni ristorante di pesce che si rispetti, il menu non è sempre lo stesso e dipende dal pescato del giorno, ma al Controvento meritano sicuramente tartare, paste fresche, fritture e tagliate, tutte elaborate in stile mediterraneo con un tocco gourmet in più.
  3. albos clubAlbos Club da Rosario (lungomare di Levante, 52/54) è il ristorante dell’omonimo stabilimento, una palafitta di legno bianco sopraelevata sul mare dove mangiare in un’atmosfera semplice ma raffinata. L’Albos è l’altro nome, oltre alla Baia, che a Fregene spicca al di sopra degli altri ristoranti sul mare, e lo fa grazie alla qualità del pesce che serve e alla cura dei particolari. Il menu scritto a mano offre pochi piatti che cambiano spesso in base agli ingredienti di stagione, alla disponibilità del pescato e alla creatività di Rosario Malapena, bravo chef e gestore attento. Il servizio, discreto ed efficiente, concorre all’atmosfera di relax. All’Albos vale la pena assaggiare tutto: non perdete però i crudi, i primi piatti e i dolci. Chiuso la domenica e il lunedì.
  4. handmadeSpostiamoci dalla spiaggia per raggiungere l’Hand Made (viale della Pineta di Fregene, 52), che patisce un po’ la posizione isolata e lontana dal mare ma che al suo arco ha un menu d’autore a base di ingredienti freschi. L’atmosfera è quella di un bistrot vintage e sulla carta troviamo piatti sia di carne che di pesce: baccalà all’amatriciana, spaghettone cozze e zafferano, pappardelle salvia e ragù bianco, crostone di pane con palamita e spuma di mozzarella solo per elencarne qualcuno. Non mancano una selezione di olio e burro e il pane fatto in casa, oltre ovviamente ai vini. Da quest’anno L’Hand Made fa anche un salto al mare e a partire dal 19 giugno, ogni martedì, si appoggerà dagli amici del Coquis Beach (lungomare di Levante, 72) per 12 cene degustazione a bordo piscina, prenotabili ai numeri 06 6680975 o 320 8614240.
  5. gildaChi ha voglia di qualcosa di più informale può raggiungere invece il lungomare di Ponente, dove in tempo per la stagione 2018 sono sbocciate due nuove realtà culinarie. Honoloolu è il beach bar a tema hawaiano (quello dell’estate 2018, d’altra parte) dello stabilimento Gilda on the Beach. La cucina è quella colorata, fresca ed esotica delle isole selvagge del Pacifico, l’ambiente è costellato di cuscinoni, tavolini e amache. Dalla colazione all’aperitivo l’Honoloolu servirà macedonie, açai bowl, spiedini di frutta e pesce, poke, fish sandwich e fish rolls, il tutto firmato dallo stesso food team del Murakami di Ponza, la prima sushi boat in Italia.
  6. la-marinaiaA due passi – anzi, uno – troviamo poi La pizzeria di mare La Marinaia (lungomare di Ponente, 11), 80 coperti e possibilità di servizio delivery. La ricetta del locale è semplice ma originale allo stesso tempo: il pescato fresco diventa il condimento di pizze rustiche a lunga lievitazione cotte nel forno a legna. Cosa si mangia? Ad esempio, pizza con salmone marinato, mostarda di mango e semi di papavero oppure pizza con tonno fresco, buccia di limone, cipolla agrodolce e yogurt alla paprica; per chi ha voglia di sapori più classici, una pizza con alici, basilico e burrata. La base si può scegliere tra bianca o integrale, e in menu sono presenti anche alternative senza glutine e pizze vegane e vegetariane.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti