Uva spina: perché dovreste amarla e come usarla in cucina

20 giugno 2018

L’uva spina, insieme al ribes, fa parte della famiglia delle Grossulariaceae-Saxifragaceae, ed è conosciuta anche con il nome di Ribes grossularia e Ribes uva-crispa. La coltivazione dell’uva spina risale al 1700: dall’Inghilterra le cultivar selezionate ben presto si diffusero in altri Paesi europei, specialmente in Germania. È una pianta molto rustica, facile da coltivare, e i suoi cespugli sono alti circa un metro. Per vivere non ha bisogno di molto sole, preferisce terreni non siccitosi, resiste al gelo e regala deliziose bacche durante l’estate, che si raccolgono gradualmente, dopo che hanno preso colore: a seconda delle varietà può essere bianco, rosso, giallo-verdognolo e dal sapore dolce-acidulo.

Proprietà

uva spina

A basso contenuto di calorie, questo frutto è ricco di vitamine (A,B,C) e fibre, contiene molti sali minerali e flavonoidi, antiossidanti, calcio, ferro, potassio e fosforo, inoltre i frutti  hanno proprietà medicinali. Purifica il corpo grazie alle sue virtù diuretiche e digestive. I frutti si consumano freschi oppure si usano per fare delle crostate, coulis, marmellate o gelatine, e per alcune chutney, per accompagnare pesci grassi, come sardine e sgombri.

Varietà

uva spina

  • Uva Spina Josta Berry: è un cespuglio molto rustico, ottenuto incrociando ribes nero e uva spina. Matura in estate: i suoi frutti sono bacche sferiche di circa 1 cm di diametro, nere e amarognole, buone e salutari, ottime nella macedonia, per fare uno sciroppo e per le confetture.
  • Uva Spina Bianca: è un piccolo frutto delizioso che matura in giugno-luglio su un cespuglio alto 80-100 cm. Rustico e di bell’aspetto, non sfigura in giardino e tra le piante ornamentali in terrazza. Ottimo nelle macedonie e per la marmellata.
  • Uva Spina Captivator: è una varietà a frutto rosso robusta, dal portamento eretto, e cresce circa 150 cm di altezza, con la caratteristica unica di essere priva di spine. La maturazione è tardiva, con frutti dal colore rosso-viola molto grossi e piuttosto dolci al giusto grado di maturazione. È piuttosto resistente alle patologie fungine. La produzione è elevata e i frutti sono adatti sia al consumo fresco, sia alla trasformazione grazie alla loro ottima consistenza.
  • Uva Spina Hinnonmaki: è una pianta di origine euroasiatica, diffusa dall’Europa al Giappone e all’America, molto resistente al freddo invernale che è necessario per portare a maturazione i frutti. Predilige una esposizione a mezz’ombra. Produce frutti rossi, tra luglio e agosto, succosi e profumati, da consumare freschi.
  • Uva Spina Poorman: di origine statunitense, ha frutti rossi non molto grandi, adatti per la frutta sciroppata.

In cucina

gelatina di uva spina

Une delle ricette più classiche con l’uva spina è la gelatina. Occorrono 1.5 kg di uva spina e 1 kg di zucchero di canna. Mettete i chicchi d’uva con dell’acqua in una pentola, lasciandoli scoppiare a fuoco vivo; mescolate delicatamente. Quando i frutti saranno sfatti, togliete la pentola dal fuoco e filtrate il composto dentro una terrina. Pesate il succo ottenuto e procuratevi lo stesso peso per lo zucchero. Mettete zucchero e frutta in una terrina: mescolate spesso, almeno fino a incorporare tutto lo zucchero. Versate tutto in una casseruola, portate a ebollizione a fuoco lento, fate bollire per 5 minuti. Mettete la gelatina ottenuta in barattoli sterilizzati.

crostata all'uva spina

Mentre se volete cimentarvi con la crostata, preparate la pasta frolla, preriscaldate il forno, imburrate e infarinate una tortiera. Disponete la pasta frolla, togliendo l’impasto in eccesso, coprite con un foglio di carta da forno e mettete dei fagioli secchi sopra. Cuocete il guscio della torta in forno per 10 minuti a 180 °C, toglietelo dal forno e fatelo raffreddare. Sciacquate 500 g di uva spina e scolatela bene. Disponete i frutti sul fondo della torta e cospargete con zucchero di canna, il succo di un limone. Infornate per altri 20 minuti sempre a 180 °C. Cospargete con lo zucchero a velo e servite.

I commenti degli utenti