Acqua minerale San Benedetto contaminata

21 giugno 2018

Un lotto di acqua minerale naturale San Benedetto – Fonte Primavera, in confezione da mezzo litro, è stato richiamato e ritirato per rischio chimico, a causa di una contaminazione da idrocarburi. Lo ha stabilito il ministero della Salute, che ha diramato un comunicato con l’invito a fare attenzione: secondo le analisi, queste bottigliette conterrebbero livelli troppo alti di contaminanti come xilene, etilbenzene, trimetilbenzene e toluene.

acqua-san-benedetto-fonte-primavera

Il richiamo riguarda esclusivamente il lotto imbottigliato nello stabilimento Gran Guizza e identificato dal codice 23LB8137E, con data di scadenza 16 novembre 2019. Per queste bottiglie, il ministero consiglia di evitare il consumo e di riportarle al negozio in cui sono state acquistate. il ministero consiglia di evitare il consumo e riportare le bottiglie al negozio Tutti gli altri lotti, precisa ancora il dicastero, sarebbero invece sicuri, compreso quello del quale inizialmente era stato diramato il codice – il 23LKB8137E – risultato successivamente innocuo e da non considerare quindi oggetto dell’allerta. Dal canto suo, l’azienda dichiara le proprie fonti “esenti da inquinamento: il fenomeno risulta completamente esterno ai cicli produttivi aziendali“. La decisione, spiega ancora San Benedetto, “è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate, che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici“.

I commenti degli utenti