Ricette del Cinema: l’Anatra all’arancia di Monica Vitti e Ugo Tognazzi

28 giugno 2018
di Francesca Azzurra Conidi

Nella pellicola ispirata all’omonima ricetta, l’Anatra all’arancia, il regista Luciano Salce lascia a Ugo Tognazzi e a una splendida Monica Vitti il compito di vestire i panni di Lisa e Livio, due coniugi borghesi sull’orlo di una crisi di coppia che decidono, l'anatra all'arancia è il piatto simbolo dell'amore tra i due protagonisti dopo la confessione di adulterio di lei con un avvenente uomo francese, di trascorrere un ultimo weekend insieme nella loro storica casa al mare per una civile festa di addio prima definire i termini dell’imminente divorzio. A unirsi alla coppia, su invito di Livio, li raggiungeranno proprio il giovane amante di lei e l’avvenente segretaria (interpretata da Barbara Bouchet) di lui che, grazie alla loro presenza malamente sopportata da Lisa ma pienamente in linea con il piano del coniuge, faranno proprio da trampolino di lancio verso la sua riconquista da parte del marito. Così, tra gelosie, battute e gag divertenti, come asso nella manica per far breccia nel cuore della donna l’astuto Livio decide di cucinare per l’occasione l’anatra all’arancia, piatto simbolo del loro amore, con l’aggiunta di una fantasiosa quanto mai inventata spezia afrodisiaca che dovrebbe risvegliare i bollenti spiriti dei commensali: il piticarno.

Curiosità

anatra-allarancia-2

Francia e Italia si contendono le origini della ricetta dell’anatra all’arancia: infatti anche se è un piatto comunemente associato alla cucina francese in pochi sanno che in principio si chiamava paparo alla melarancia e a portarlo nell’oltralpe fu Caterina de’ Medici che, una volta trasferirsi alla corte di Versailles di Re Enrico II, non volle separarsi dalla sua servitù fiorentina. L’anatra all’arancia è anche la protagonista del film del 1975 di Luciano Salce, famoso capostipite della commedia sofisticata all’italiana insieme a Pane burro e marmellata (1977) , Cattivi Pensieri (1979) e Aragosta a colazione (1979).

La ricetta dell’anatra all’arancia

anatra all'arancia

L’anatra è una carne dal gusto intenso e deciso che lega bene con gli agrumi, in special modo con i profumi  dell’arancia. Solitamente guarnita con patate al forno o verdure come contorno è inoltre tra i piatti più gettonati per stupire commensali e parenti  durante feste e cene importanti. la parte bianca della scorza d'arancia è da evitare, per non dare un sapore amaro alla pietanza Per preparare questa antica ricetta, oltre ad armarvi di pazienza e meticolosità nel seguire i passaggi, ci sono alcuni piccoli accorgimenti che vi semplificheranno l’impresa e vi assicureranno una riuscita con i fiocchi. Il primo consiglio è quello di prendere un’anatra già pulita e iniziare subito con la preparazione. Cominciate insaporendo l’interno dell’anatra con sale, pepe e un’arancia tagliata in 4 spicchi. Prendete una casseruola e imburratela bene cosicché, una volta che il burro si sarà sciolto, metterete la carne a rosolare, a fuoco medio, da entrambi i lati. Sfumate con un bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere per 50 minuti a fiamma bassa, inumidendo la carne di tanto in tanto con del brodo per evitare che si secchi. Nel frattempo preparate la salsa alle arance: aiutandovi con un pelapatate, fate delle striscioline con la scorza di un’arancia. Secondo consiglio: evitate la parte bianca, darebbe un sapore amarognolo alla pietanza. Fate bollire le scorze per 2 minuti e, una volta scolate, mettetele da parte. Spremete il succo di 2 arance e tagliate a spicchi vivi la polpa delle altre 2. A questo punto aggiungete all’anatra in cottura la polpa a spicchi, le striscioline, il succo filtrato e un bicchierino di Grand Marnier o altro liquore all’arancia a vostro piacere. Mescolate il tutto per altri 5 minuti così che si amalgami bene il composto. A cottura ultimata, togliete l’anatra dal tegame avvolgendola in un foglio di alluminio che ne preservi il calore. Finite l’opera facendo addensare il fondo di cottura. Servite l’anatra ancora calda su un bel piatto di portata, versate sopra la salsa e decoratela con fette di arancia per guarnizione.

I commenti degli utenti