Ce n’era bisogno? Broccoli Coffee

28 giugno 2018

Non è uno scherzo: hanno inventato il caffè ai broccoli. Non immaginate un broccolo lessato, magari frullato e mescolato al caffè; la faccenda è assai più raffinata. Sì, perché artefici di questa nuova bevanda sono nientepopodimeno che gli scienziati del Csiro l'estratto in polvere con tutte le proprietà del broccolo (Commonwealth scientific and industrial research organisation), ovvero il principale ente di ricerca pubblica australiana. Ebbene, dopo svariati esperimenti, hanno messo a punto un estratto in polvere che non solo si scioglie nel caffè ma può anche essere utilizzato nelle minestre, nei frullati, negli impasti di torte e focacce, sostanzialmente nel modo ritenuto più opportuno. Due cucchiai della polverina equivalgono a una porzione di broccoli e contengono gli stessi elementi benefici degli ortaggi in questione, in primis fibre, vitamina B6, vitamina E e manganese.

Com’è nato il caffè ai broccoli

polvere di broccoli

L’idea è nata partendo da un presupposto: in pochi mangiano le giuste quantità giornaliere di ortaggi e verdure. E in tanti storcono il naso dinanzi ai broccoli, soprattutto i bambini. Hanno così preso il via gli studi poi sfociati nella realizzazione dell’estratto in polvere che sintetizza – nonostante le sue proprietà, l'accoglienza è stata tiepida nel vero senso della parole – le numerose virtù dei broccoli. Da qui al sodalizio col caffè, il passo è stato piuttosto breve. E forse vi stupirete, ma il broccoli coffee è già servito in diversi caffè di Melbourne. Per il momento la vendita riguarda soltanto l’Australia, ma la ricercatrice del Csiro responsabile del progetto, Mary Ann Augustin, ha fatto sapere che si sta cercando il modo per ampliare gli orizzonti. Ergo, per diffondere questa trovata così salutare anche nel resto del mondo. C’è un fattore che, però, al momento tarpa un tantino le ali: l’accoglienza non è stata come si sperava. Il numero di persone che hanno deciso di provare il caffè ai broccoli risulta inferiore alle aspettative e sembra che i pareri non siano esattamente all’insegna dell’entusiasmo. Il che, diciamolo, è più che comprensibile.

Una bevanda salutare

caffe-ai-broccoli

Insomma, forse il broccoli coffee non è il massimo del gusto, ma su una cosa non si discute: fa bene, molto bene. Ed è per questo che gli ideatori sono certi che saprà imporsi sul mercato. Si aggiunga che l’estratto di cui parliamo può dare un notevole contributo alla lotta contro gli sprechi alimentari (anche perché sono generalmente utilizzati i broccoli un po’ aspri, che con ogni probabilità resterebbero invenduti) e quindi alla salvaguardia ambientale. Altra questione non trascurabile: questa bevanda possiede tutti i titoli necessari per entrare nella lista dei superfood. E i superfood, lo sappiamo, sono una mania della nostra epoca: giudicati irresistibili, se non addirittura salvifici e indispensabili, anche quando il loro sapore lascia a desiderare. Se un vip decide di bere il broccoli coffee e magari postare una foto su Instagram, è fatta.

I commenti degli utenti