15 modi che non conoscevi per sfruttare il pancarré

9 luglio 2018

Il pancarré è un tipo di pane al latte dalla tipica forma quadrata, usato soprattutto per preparare golosi toast, non solo in Italia ma anche all’estero. Chiamato anche pane in cassetta, sembra sia originario di Torino, patria del tramezzino, non solo toast, tramezzini e sandwich: il pancarré in cucina ha molte applicazioni ma oggi è ben diffuso in tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone. Pensate, per esempio, al Croque Monsieur francese oppure al French Toast americano o ancora alla variante nipponica ShokupanOltre alla forma, il pancarré si contraddistingue per la sua morbidezza data dal quantitativo di grassi (strutto o burro) superiore al pane comune. La sua consistenza e il suo sapore delicato fanno in modo che questo sia un ingrediente estremamente versatile in cucina, perfetto per tante diverse preparazioni. Mettiamo da parte per un momento toast, tramezzini e sandwich e scopriamo 15 modi alternativi e insoliti per usare il pancarré.

  1. bread sauceSalse: una tradizionale ricetta britannica è la bread sauce, la salsa di pane, usata soprattutto nei giorni di festa per accompagnare pollo o tacchino arrosto. Per realizzarla di solito si usa il pane raffermo ma vi basterà tostare le fette di pancarré per avere un effetto molto simile. Aggiungete aglio, latte, burro, panna, erbe aromatiche, noce moscata e chiodi di garofano e servite tiepida.
  2. bread puddingPudding: sempre dal Regno Unito arriva un’idea carina per usare il pancarré in modo alternativo. Questo ingrediente può infatti essere protagonista di un delizioso bread pudding. Tagliate a fette, mettetele in una ciotola con frutta secca, spezie, latte, uova e zucchero. Mescolate poi lasciate riposare per una decina di minuti. Vi basterà infornare il vostro dolce a temperatura media finché la superficie non è dorata e servire il tutto con una buona tazza di tè. Semplice, no?
  3. pangrattatoPangrattato: il pancarré secco o precedentemente abbrustolito può essere tritato per ottenere dell’ottimo pangrattato casalingo con cui cospargere il pesce o farcire le verdure al forno. Visto che il suo sapore è abbastanza neutro potete profumarlo con delle erbe aromatiche come timo, origano, maggiorana, scorza di limone o parmigiano. Alcuni consigliano il pane in cassetta anche per realizzare il panko, il pangrattato giapponese. Ricordate di eliminare prima la crosta. Sminuzzatelo con un robot da cucina o un macinino da caffè, cospargetelo su una teglia e infornatelo per 5 minuti a 180° C per asciugarlo.
  4. segnapostoSegnaposto commestibile: il pancarré è talmente versatile da poter essere trasformato in un centrotavola o un segnaposto edibile, magari per una festa per bambini. Ritagliate le forme che preferite con gli stampini per i biscotti. Decoratele poi con ingredienti colorati come pezzetti di carote, olive, pomodorini o chicchi di mais, disegnate faccine sorridenti con il ketchup o altre salse. Gli spiedini o gli stuzzicadenti vi possono aiutare a completare l’opera.
  5. cannolisalati_evidenzaCannoli dolci e salati: quanto sono buoni i cannoli siciliani? Non sono però semplici, e soprattutto veloci, da preparare a casa. La soluzione c’è e si chiama pane in cassetta. Questo pane è talmente morbido che si può lavorare per ottenere degli ottimi cannoli di pancarrè da friggere (o cuocere in forno per 15-20 minuti) e infine farcire con ingredienti dolci o salati a vostra scelta. Ricotta, salsa di pomodoro, olive, parmigiano, mozzarella, granella di frutta secca, crema, cioccolato: lasciatevi ispirare dal momento o dalla stagione.
  6. Cannelloni senza pasta: l’idea è simile. Per degli invitanti cannelloni non c’è bisogno di avere in casa o di sporcarsi le mani per della pasta fresca. Appiattite le fette di pancarré lavorandole con un matterello fino a ottenere dei rettangoli di sfoglia. Farciteli con un ragù di carne o di verdure e della mozzarella. Chiudete i cannelloni come se fossero degli involtini, passateli nell’uovo e poi nel pangrattato. Infine cuocete in forno per una ventina di minuti a temperatura media.
  7. strataStrata per il brunch: avete mai sentito parlare della strata? È una ricetta americana molto saporita, consigliata per il brunch. Per prepararla si usa di solito il pane in cassetta che, come abbiamo già accennato, è molto amato e utilizzato negli Stati Uniti. Si mettono le fette tagliate a cubotti in una pirofila e si aggiunge di solito una crema a base di latte, uova e formaggio. Potete unire al composto spezie, tocchetti di prosciutto o salsicce, verdure, a vostro piacere. Si inforna per una ventina di minuti (la superficie deve essere ben dorata) e si serve di solito tiepida. Qualcuno propone la strata per colazione: se amate risvegliarvi con ricette salate al mattino, fateci un pensiero.
  8. Sushi alternativo: l’Italia ha scoperto negli ultimi anni il sushi e sembra proprio non poterne più fare a meno. Se volete dare un’interpretazione diversa al classico giapponese sostituite il pancarré al riso. Eliminate la crosta e lavorate il pane con il matterello in modo da renderlo compatto e sottile. Farcitelo con salmone crudo o affumicato, tonno, pesce spada, avocado, cetriolo, formaggio cremoso oppure altri ingredienti che vi solletichino il palato. Arrotolate attentamente come fareste con il sushi e tagliate i bocconcini. Esternamente potete simulare l’alga con dei semi di papavero oppure sfruttare le foglie del porro, leggermente sbollentate in modo che siano più tenere.
  9. polpettePolpette: questo tipo di pane condito e soffice è perfetto per preparare delle deliziose polpette di carne da friggere, cuocere al forno o in padella al sugo. Vi consigliamo di amalgamare il macinato con il pancarré, precedentemente bagnato nel latte, le uova, il parmigiano e il prezzemolo. Se siete vegetariani, eliminate la carne e cucinate delle sfiziose polpette di pane, ottime come aperitivo.
  10. Friselle e crostini: per un happy hour estivo con i gli amici sono perfetti anche dei crostini con pomodoro fresco, aglio, olio e basilico. La base può essere sempre il nostro pane in cassetta che, leggermente tostato, sarà perfetto per sostenere gli altri ingredienti senza coprirne il sapore. Le fette di pancarré tostate possono poi sostituire le friselle, dei grossi taralli croccanti tipicamente pugliesi. Invece non vanno assolutamente bene per la panzanella o la pappa al pomodoro toscana… vi ritrovereste quello che lo chef Barbieri definirebbe un mappazzone, un pasticcio colloso e ben poco invitante.
  11. pizza pancarréPizzette: per preparare l’impasto della pizza come cibo comanda ci vuole qualche ora e un po’ di pazienza. Rispettare i tempi di lievitazione è fondamentale per il risultato finale. Se non avete tempo, non vi preoccupate. Farcite le vostre fette di pane da toast come se fossero una pizza: salsa di pomodoro, mozzarella, olive, verdure grigliate, gorgonzola, acciughe, prosciutto, rucola, carciofini. Infornate a temperatura media per una quindicina di minuti e servite. I bambini le adoreranno.
  12. croutonCrouton: volete dare un tocco di croccantezza alle vostre zuppe, alle vostre vellutate o alle vostre insalate? Tagliate il pancarré a dadini e saltateli in padella con olio o burro. Quando saranno belli croccanti potrete aggiungerli ai vostri piatti preferiti. Se volete, potete insaporirli con uno spicchio d’aglio e delle erbe aromatiche tritate. In modo semplice e veloce porterete in tavola qualcosa davvero gustoso.
  13. waffle-di-paneWaffle: se si può usare il tostapane per scaldare i waffle, perché non provare a cuocere il pane da toast come se fosse un waffle? È davvero facilissimo: vi basterà mettere una fetta spessa di pancarré nella piastra per i waffle e cuocere per pochi minuti in modo da donare la forma tipica a quadrettoni e la croccantezza. Potete poi farcire il vostro waffle alternativo con marmellata, frutta fresca, sciroppo d’acero o semplicemente zucchero a velo.
  14. Crostatine: una merenda facile e veloce con l’aiuto dell’ingrediente protagonista della giornata. Stendete il pancarré e ricavate dei dischi con un coppapasta. Foderate degli stampi per muffin, precedentemente imburrati, farcite e infornate per una decina di minuti. Potete usare una farcitura dolce come marmellata oppure crema e frutta fresca, ma persino salata come formaggi, salumi, verdure. A voi la scelta!
  15. pancarrèElimina-odori: concludiamo questa carrellata sugli usi alternativi del pancarré con un trucco utile in tante situazioni. La spugnosità del pane in cassetta lo rende infatti perfetto per essere imbevuto di aceto. Perché dovremmo fare una cosa simile? Perché è un ottimo sistema per eliminare gli odori cattivi. Provate a metterlo in frigorifero o vicino alla pentola in cui state cucinando i broccoli. Un trucchetto che non vi farà diventare grandi chef ma vi aiuterà in tanti momenti fastidiosi!

 

I commenti degli utenti