A colazione provate la marmellata di Gin & Tonic

12 luglio 2018

Colazione con il gin & tonic: detta così, sembra la scelta di chi ha qualche problema. Roba da far sussultare anche le persone dotate di un fegato mirabolante. Ma adesso ve la spieghiamo bene. E scommettete che, alla fine, prenderete in considerazione l’idea?

Gli ingredienti e l’effetto finale

spreadable-gin_31030

Si chiama Spreadable Gin ed è una marmellata al gin & tonic proposta dall’e-commerce britannico Firebox. Contiene zucchero, limone, acido citrico, chinino (l’aroma che dona il tipico gusto amarognolo all’acqua tonica) e una percentuale di gin artigianale pari al 3 per cento. Vi state chiedendo se c’è il rischio di ubriacarsi? No, potete far fuori anche un barattolo intero: la confettura naturalmente è cotta, quindi tutto l’alcol evapora. Lasciando, del gin& tonic, soltanto il sapore. “Non ti darò una sbronza paralizzante”, si legge sulla presentazione pubblicata da Firebox. 

Adatta anche ai vegetariani

sandwich al cetriolo

La marmellata al gin & tonic, si precisa su Firebox, è adatta anche ai vegetariani. Anzi, lo stesso sito consiglia di usarla per arricchire un sandwich ai cetrioli: pare sia questo il sodalizio perfetto. E d’altra parte, l’invito è quello di “spargerla, mangiarla, berla (aggiungendone quindi un po’ ai cocktail), infornarla (usandola cioè nella torte e nei biscotti fatti in casa), divorarla direttamente dal barattolo” (prelevandola possibilmente con le dita). In altre parole, assecondare le voglie e la fantasia senza porsi particolari limiti. Del resto, sui gusti personali non si discute.

I nuovi orizzonti del gin

gin tonic

Perché “confinare il gin in un bicchiere di vetro, mescolandolo con acqua tonica”?: è questa la provocatoria e scaltra domanda che gli amministratori di Firebox pongono all’utente ignaro e incuriosito. Perché concedersi un gin & tonic soltanto all’ora dell’aperitivo o comunque nelle fasce serali e notturne, quando si può godere del suo sapore in qualsiasi momento della giornata, mantenendo la coscienza tranquilla e senza rischiare di ritrovarsi ubriachi? La novità risulta piuttosto convincente. E lo dimostra il fatto che, nella prima fase di preordinazione, il gin spalmabile è andato esaurito nel giro di poche ore. Allora, che ne dite adesso di fare una colazione a base di gin & tonic?

I commenti degli utenti