Genova in 12 ore: i locali imperdibili

19 luglio 2018

Genova è una città che sta crescendo molto dal punto di vista turistico; è una città che di anno in anno, nonostante i tanti limiti ancora presenti, riesce a offrire sempre qualcosa di nuovo a chi la viene a visitare. Genova è una città splendida: una città che sta crescendo molto dal punto di vista turistico il Porto Antico e l’Acquario sono solo due pretesti (molto validi) che hanno contribuito a dare risalto a un Centro Storico unico, ricco di vera multiculturalità e intriso di storia, che offre davvero tante meraviglie artistiche e architettoniche, a partire dagli strettissimi e suggestivi vicoli, passando dalle mostre di Palazzo Ducale per giungere fino al mare. Ma tra un giro e l’altro come rifocillarsi? Dove andare per una colazione, un caffè, un buon pranzo, aperitivo e via dicendo? Ecco di seguito i posti, secondo noi, imperdibili dove mangiare e bere a Genova durante una giornata di visita.

  1. tagliaficoColazione. Cominciamo dalla colazione, indicandovi i nostri posti del cuore. Tagliafico (via Galata, 31/r), con i suoi imperdibili croissant al cacao, i chiffari (tipica brioche genovese), le particolarissime olandesine al maraschino, ma anche l’ottima piccola pasticceria: qui la colazione è rigorosamente in piedi, ma consigliatissima.  Un’altra colazione che consigliamo di non perdervi è da Mangini (piazza Corvetto, 3/r), bar storico che offre lieviti di ottima fattura, come anche la focaccia e la piccola pasticceria. Favolosi i caffè da Tazze Pazze (via 5 Lampadi). Per una colazione a base di caffè e cannoli siciliani consigliamo Da Giuse (via San Lorenzo). Passando poi in piazza Fossatello ci si potrebbe fermare per un caffè e un cavolino dalla caffetteria liquoreria Marescotti. Un caffè e una pasta nel bar storico Klainguti, dal 1828 in piazza dei Macelli di Soziglia, sono d’obbligo se ci si passa davanti.
  2. Friggitoria CaregaPranzo. Il pranzo richiede un ragionamento: un pasto veloce o qualcosa di più impegnativo? Dipende dalle esigenze: se si preferisce un pranzo tradizionale seduti a tavola, vi consigliamo Il Genovese (via Galata) che offre piatti molto tipici come gnocchi e trofie al pesto, stoccafisso accomodato e qualche idea più particolare, sempre partendo dal territorio. A pranzo un altro buon posto è Locanda Spinola (vico della Scienza), un ristorantino di pesce che offre una cucina semplice e molto piacevole, niente male anche per una eventuale cena. Molto valido anche Ostaia de Banchi (vico De Negri): una cucina giovane ma basata su territorio, tradizione e materia prima di qualità. Per un pranzo più veloce nei vicoli sono una garanzia la Friggitoria Carega (via Sottoripa, 113/r) e il Gran Ristoro (via Sottoripa, 29/r): il primo offre pesce fritto e fritti vari, farinate e torte di bietole; il secondo prepara grandissimi panini ideati ed eseguiti sul momento, anche in base alle esigenze del cliente. Un altro posticino dove fermarsi per un pranzo a base di pesce freschissimo ma più veloce è Fish’n’Street, piccolo street food (via Colombo 26/r) prima di entrare nel Mercato Orientale. Anche Mescite Pre, appena aperto in via Pre, offre panini veloci a base di pesce. In via San Vincenzo consigliamo Ostaia de San Vincenzo, ex Da Guglie (stessa gestione ma nome diverso), che offre farinata e piatti della tradizione genovese.
  3. Focaccia genoveseMerenda. Per una merenda in centro non possiamo esimerci dal consigliare l’ottimo gelato della Gelateria Profumo, in vico del Ferro oppure un tocco (pezzo) di focaccia del Panificio Patrone, in via Ravecca.
  4. ai-troeggiAperitivo. L’aperitivo si fa da Les Rouge in piazza Campetto, in un bellissimo palazzo storico tra musica jazz, affreschi e ottimi cocktail o vini di qualità, accompagnati dalla giusta quantità di assaggini: qui si prende l’aperitivo, non si fa apericena. Per un bicchiere di vino e convivialità, consigliamo Mescite in via Sant’Agnese oppure Cantine Matteotti in piazza Matteotti. Da Ai Troeggi (via Chiabrera, 61/r, in foto) troverete ottime birre, ottimi vini, buone bruschette e bei taglieri di salumi di qualità.
  5. la-meridianaCena. Per una cena a base di cucina creativa consigliamo La Meridiana (in foto), in piazza della Meridiana, nuova residenza dello chef Davide Cannavino, che saprà guidarvi nella rivisitazione della tradizione ligure attraverso i suoi menu: restano nel cuore le lumachine di mare sgusciate con panissa liquida. Potreste provare anche Il Marin di Eataly Genova, al Porto Antico, dove è di casa l’ottimo Marco Visciola. Per una cena meno impegnativa consigliamo Trattoria dell’Acciughetta in via Pre, che unisce territorio, cucina di mare e creatività.
  6. gradiscaDopocena. Per il dopocena vi mandiamo a bervi un ottimo cocktail al Gradisca (in foto), in piazza delle Erbe, dove troverete ad accogliervi Giulio e Tommy, intrattenitori di folle e ottimi barmen: da provare il Garden, loro rivisitazione del classico Margarita, a base di tequila, tè bancha fiorito, sciroppo di miele ed estratto di zenzero e succo di lime. Per chi non fosse amante dei cocktail after dinner, ma amasse spassionatamente le birre artigianali, consigliamo Scurreria Beer and Bagel, in via di Scurreria. Chi invece adora la classica birra tedesca, quella di Monaco per intenderci, non può non fare un salto alla birreria HB in via Gerolamo Boccardo, a pochi passi da piazza de Ferrari.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti