Vacanze in Slovenia? Ecco 6 cibi che non potete non assaggiare

1 agosto 2018

Un piccolo gioiello incastonato trai Balcani e la Mitteleuropa: la Slovenia vanta un’invidiabile varietà di paesaggi. Poco battuta dai turisti, ma non per questo priva di fascino e bellezze naturali, è la provincia più orientale: una cucina interessante, in una provincia a forte vocazione agricola una sorta di vicolo cieco pianeggiante, racchiuso tra Austria, Ungheria e Croazia e il fiume Mura, da cui il nome Oltremura o, se volete dirlo in sloveno, Prekmurje. Terra di confine che da sempre conserva gelosamente le sue tradizioni, a partire dalla lingua, nella sua storia vanta anche una brevissima parentesi di indipendenza: una Repubblica autonoma durata poco più di una settimana nel 1919. Le influenze e le contaminazioni dei Paesi vicini sono evidenti e questo si riflette anche in ambito gastronomico; non mancano tuttavia peculiarità locali che rendono ancor più interessante la cucina di questa provincia a forte vocazione agricola. Ecco dunque un elenco di piatti, specialità o semplicemente ingredienti da provare.

  1. semi-di-zucca-aromatizzati-minSemi di zuccaLa Slovenia vanta eccellenti oli extravergine, ma da queste parti il condimento più diffuso è senza dubbio l’olio di semi di zucca. Il sapore, che ricorda quello delle noci, dona ai piatti sentori particolari che ben si adattano anche con i dolci, come ad esempio sul gelato alla vaniglia: un grande classico. La produzione può avvenire anche in casa e le tecniche sono tramandate da generazioni in tante famiglie. Dopo la macinazione a pietra dei semi, la polpa è mescolata con acqua e sale e poi scaldata leggermente al forno e infine pressata. L’estrazione a freddo sarebbe preferibile per mantenere inalterate le tante proprietà nutraceutiche, ma probabilmente al gusto è più appagante quello in cui i semi sono tostati. Gli scarti di questa lavorazione sono poi riutilizzati sotto forma di farina. Oltre che per l’olio i semi sono usati in pasticceria o come golosi snack, spesso insaporiti da spezie come la cannella o ricoperti di cioccolato bianco aromatizzato. Impossibile smettere di sgranocchiarli.
  2. paprikash-minChicken PaprikashIl Chicken Paprikash è un piatto ungherese ma che trova larga diffusione anche dall’altro lato del confine. Si tratta di uno stufato di pollo con un soffritto di tanta cipolla, passata di pomodoro, panna acida, peperoni verdi e ovviamente paprika. Il saporitissimo brodo può essere ulteriormente impreziosito da un po’ di vino bianco e foglie di alloro. Dei ciccioli di maiale come guarnizione renderanno ancor più appetitoso il piatto.
  3. bogracBogracSimile nella preparazione ma diverso per gli ingredienti è il Bograc: una sorta di gulash fatto con tre i tipi di carne, tra cui anche selvaggina, condito con spezie, peperoni, pomodori, patate. Si tratta essenzialmente di un piatto unico, molto sostanzioso, il cui nome deriva dalla pentola tradizionalmente si prepara.
  4. tagliere-di-salumiSalumi e carne di MangalitzaNell’Oltremura i suini non mancano, anzi! Questa è zona di maiali di razza mangalitza, le cui pregiate carni sono trasformate in ottimi salumi e particolarmente apprezzato è il lardo. Altro prodotto di eccellenza è il Prekmurska Šunka, prosciutto senza osso affumicato con legno di faggio che vanta il marchio DOP. Di solito viene servito accompagnato da cetriolini sottaceto. Per l’approccio e la qualità espressa, un’azienda che merita una visita è senza dubbio Kodila, dove è possibile fare sia acquisti che pranzare nel bel locale adiacente agli spazi dedicati alla stagionatura.
  5. pomodori in sloveniaPomodoriSe il pomodoro è divenuto una coltivazione di punta dell’Oltremura il merito è tutto di Lušt, azienda innovativa e totalmente ecosostenibile, che produce oltre 100 varietà in serre dove le piante sono coltivate con sistemi che ottimizzano il consumo di acqua. Anche in questo caso è possibile effettuare una visita e acquistare direttamente nello spaccio aziendale pomodori saporitissimi e dai colori sgargianti, conserve e altri prodotti.
  6. prekmurska-gibanica-sinistra-evoluzione-a-destra-tradizionale-minPrekmurska GibanicaLa ghibanizza dell’Oltremura dal 2010 è stata riconosciuta a livello europeo come specialità tradizionale garantita (STG). È un dolce con una base di pasta brisée, farcita con strati di semi di papavero, ricotta, noci e mele, separati da pasta fillo, rigorosamente in quest’ordine e ripetuti per due volte. Il tutto è poi guarnito con panna e burro. Non mancano reinterpretazioni creative della ricetta originale. 

Se dopo questo assaggio, vi è venuta voglia di approfondire la conoscenza dei sapori dell’Oltremura, i consigli sono due. Il primo, ovvio, è quello di visitare questa provincia e fermarsi nelle gostlina (locande) per assaggiare tutto ciò che di buono esce dalla cucina.

libro-ricette-1

La seconda ipotesi è procurarvi una copia di The Traditional Prekmurian Cookbook, di Matej Fišer. Un volume corredato da belle foto ed una grafica accattivante, il cui obiettivo, lungi dall’essere enciclopedico, è quello di raccogliere le ricette più tradizionali da tramandare soprattutto ai giovani, scongiurando il rischio che possano andare perdute col tempo.

I commenti degli utenti