Altrove Festival: l’alta cucina brilla a Catanzaro

8 agosto 2018

Artisti da tutto il mondo in direzione Calabria, per rieducare i luoghi del degrado alla bellezza e dimostrare che un futuro diverso è possibile. A Catanzaro torna la due giorni di Altrove festival,oggi e domani la gastronomia brilla a catanzaro quinta edizione prevista per oggi 8 e domani 9 agosto, tra le più autorevoli manifestazioni nel mondo della street art e della rigenerazione urbana. A 5 anni dall’apertura, il festival mette ancora al centro sperimentazione artistica d’avanguardia e riflessioni sui nuovi modi di vivere, abitare e pensare la città contemporanea con una nuova edizione intitolata Post-Graffiti Stress Disorder. Oltre a talk e presentazioni con ospiti internazionali, novità di quest’anno è l’apertura a una nuova forma di arte e cultura, quella della gastronomia. Mercoledì 8 agosto la mostra collettiva al Marca – Museo delle Arti Catanzaro, sarà accompagnata dal Vernissage dello chef Luca Abbruzzino, catanzarese e chef stellato Michelin.

abbruzzino

Giovedì luci puntate sul centro storico, tra i suggestivi scorci del centro storico saranno protagonisti quattro importanti chef per Finissage del festival. Ci saranno Sarah Cicolini, cuoca e titolare di Santo Palato, premiata come migliore trattoria di Roma 2018 per la sua riscoperta della tradizione culinaria della penisola; Luciano Monosilio, stella michelin che da settembre 2018 si dedicherà ad un progetto in singolo nel centro di Roma; Arcangelo Tinari, figlio d’arte che mantiene la stella Michelin di famiglia nel ristorante abruzzese Villa Maiella, dove si trova l’azienda anche l’azienda agricola in cui lo chef alleva maiali; Nino Rossi, classe ’81, figliol prodigo, dopo anni in giro per l’Italia e l’Europa, tornato in Calabria ed espressione della ristorazione contemporanea del sud con il suo ristorante Qafiz.

cicolini

Per questa quinta edizione sarà prevista una residency per dieci artisti provenienti da tutta Europa, così come una storica mostra collettiva al Museo Marca e la realizzazione di una nuova opera d’arte pubblica.

I commenti degli utenti