3 bevande super dissetanti da fare con la Gazzosa

21 agosto 2018

La gazzosa o gassosa è una bevanda frizzantina dolce, con un piacevole sapore di limone. Tutte parole che in estate ci danno idea di fresco e refrigerio. E non solo oggi. Questo effervescente piacere è conosciuto da secoli. una bevanda dissetante e antica che risale già al 1840 Anticamente era preparato in casa, secondo una ricetta che spesso cambiava e si tramandava di famiglia in famiglia. La prima testimonianza di gazzosa prodotta a livello industriale risale a metà Ottocento. Riportano infatti la data del 1840 le bottigliette di una bevanda al limone ritrovate nel relitto di una imbarcazione naufragata nell’oceano indiano, al largo dello Sri Lanka. Tra gli anni ’80 e ’90 in Italia la gazzosa aveva perso gran parte del suo fascino ed era quasi sparita dalla circolazione. La versatilità e la freschezza di questa bibita la rendono però unica ed è così che è tornata recentemente ad affollare gli scaffali. In estate, per rinfrescarvi, potete berla così, in purezza con qualche cubetto di ghiaccio oppure potete sfruttarla per preparare bevande super dissetanti. Scoprite con noi 3 ricette da fare con la gazzosa:

  1. chef-sense-fizzy-lemonade-heroLimonata frizz. Date un pizzico di effervescenza alla vostra limonata con la Gazzosa. Spremete 3 limoni profumati e filtratene il succo. A parte sciogliete lo zucchero (o il miele) con poca acqua tiepida e l’aiuto di una frusta. A questo punto unite gli ingrediente e tenete in frigorifero per almeno 30 minuti in modo che si raffreddi. Al momento di servire la vostra dissetante bevanda, aggiungete la Gazzosa. Vi consigliamo un rapporto di 1 a 1 o persino 2 parti di Gazzosa e una di limonata in modo che le bollicine non si perdano nel liquido. Per dare un sapore ancora più fresco potete aggiungere zenzero grattugiato sul momento, oppure qualche foglia di menta e/o una spruzzata di lime. Sì, potrebbe diventare un ottimo mojito analcolico per un aperitivo tra amici dopo una caldissima giornata estiva.
  2. panacheshandybeer-1Panachè. Altra ricetta disettante e leggermente alcolica. La Panachè è un classico. Non avete mai sentito questo nome? Forse perché siete abituati a chiamare questa bevanda in un modo diverso. È infatti conosciuta anche come Radler o Bicicletta (Bici) oppure come Clara. Ma insomma, di che cosa si tratta? Semplicemente di birra (di solito Lager o stili simili) mescolata alla Gazzosa. Secondo alcuni la Panachè, di origine francese, è più alcolica (2/3 birra e 1/3 Gazzosa) della Radler tedesca (1/2 birra e 1/2 Gazzosa). Carina la storiella che viene associata a quest’ultima bevanda: sembra che negli anni ’20 a Monaco di Baviera un corposo gruppo di ciclisti si fermò in un’osteria in cerca di un fresco ristoro. Il titolare aveva paura di non avere abbastanza birra per tutti e così decise di diluirla con la limonata, creando una bibita ancora più dissetante. Radler in italiano si traduce proprio come ciclista. Se non amate la birra provate la ricetta spagnola del Tinto de Verano, sempre a base di Gazzosa. Non resterete di certo a bocca asciutta!
  3. bevanda-tradizionale-dello-spagnolo-rebujito-90122162Rebujito. Dopo aver citato il Tinto de Verano, non possiamo non parlare di un’altra dissetante bevanda spagnola. Il Rebujito è originario dell’Andalusia, una caldissima e vivace regione del Sud della Spagna. La ricetta è semplicissima: basta mescolare la Gazzosa con il vino fino andaluso (lo Sherry). Le parti sono variabili a seconda di quanto alcolica volete la vostra bevanda. Tradizionalmente in Andalusia questo drink viene proposto durante le feste popolari (ferie). Secondo alcuni a creare questa ricetta sono stati i turisti britannici che cercarono di riproporre con gli ingredienti locali una loro bevanda, lo Sherry Cobbler, che, all’epoca, era un cocktail preparato con sherry, succo di limone, acqua tonica e zucchero. Così sarebbe nato il Rebujito che avrebbe preso davvero piede in Spagna solo recentemente, a partire dagli anni ’80. Servite la vostra dissetante bevanda in una caraffa da un litro con tanto ghiaccio e qualche fogliolina di menta e condividete questo fresco piacere con i vostri amici. Potete abbinare il drink a qualche tapas dai profumi mediterranei oppure proporlo come aperitivo prima di un barbecue in giardino. Quale miglior modo per brindare all’estate?

I commenti degli utenti