Sicilia: torna Straordinario, il festival del cibo innovativo

22 agosto 2018

Se siete in Sicilia, segnatevi questa data: 30 agosto. Poi, prendete nota anche di questa destinazione: Milo, piccolo comune a pochi chilometri da Catania, più precisamente la tenuta Barone di Villagrande, ai piedi dell’Etna. Infine, appuntatevi questo orario: 19.30. il 30 agosto alle 19.30 torna Straordinario, il festival del cibo innovativo  Sono le 3 informazioni che vi servono per raggiungere il 4° appuntamento gastronomico di Straordinario, il festival del cibo innovativo nato da Andrea Graziano, fondatore e creatore del marchio Fud Bottega Sicula e Barbara e Marco Nicolosi, padroni di casa in villa. Ci saranno 20 chef provenienti da tutta Italia, 16 cantine delle pendici del vulcano siciliano e 12 maestri dello street food, ma anche produttori e vignaioli fedeli a una certa visione della terra e della materia prima, uniti per una sera in un sodalizio fatto di rispetto e cultura, con l’unico vincolo di valorizzare le materie prime siciliane e rispettare il territorio.

wholepark1-0-0

Tra i nomi della cucina italiana – alcuni dei quali riceveranno anche il premio Straordinario 2018 – ci saranno Filippo La Mantia, con la sua personalissima interpretazione della cucina palermitana, la cucina internazionale rivista in chiave italiana di Eugenio Roncoroni, la pizza gourmet di Simone Padoan, quella al taglio di Gabriele Bonci, i sapori campani di Pasquale Torrente. un riconoscimento speciale sarà consegnato a Giacomo Gironi fuoriclasse dell'arte della sommellerie Quindi Accursio Craparo, che mescola tradizioni gastronomiche della Sicilia orientale e occidentale, i panini d’autore di Tony Lo Coco, Giulia Carpino per Barone di Villagrande e Valentina Chiaramonte per Fud Off. Si torna a Palermo con Gioacchino Gaglio di Gagini Social Restaurant, e si riparte con Angelo Pumilia di La Foresteria, Claudio Ruta de La Fenice Ristorante, Dario Di Liberto del Ristorante Dell’Angelo, Fabrizio Mantovani di FM e Alessio Marchese per Bioesserì, Giuseppe Raciti di Zash, Joseph Micieli per Scjabica Ristorante, Lina Castorina di 4 Archi, Lorenzo Ruta della Taverna Migliore, Alfio Visalli di Blu Lab Academy. Con l’occasione, un riconoscimento speciale sarà consegnato a Giacomo Gironi, fuoriclasse dell’arte della sommellerie, per il suo attento e innovativo lavoro di sala.

ema5046-1

Spazio anche a produttori, aziende agricole, con i loro prodotti molto particolari: la porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta alla brace di Giuseppe Oriti, i pitoni fritti di Tommaso Cannata, la mortadella d’asino di Massimo Castro, i formaggi di bufala siciliana di Bubalus, i prodotti del fornaio Francesco Arena e si continua con i panini di Fud Bottega Sicula, il pulled pork di Maialino nero dei Nebrodi di Giuseppe Indorato, la salsiccia dei fratelli Sciuto, i fritti di Scirocco Sicilian Fish Lab, gli arancini di Rosario Umbriaco e le crispelle di Orazio Cordai. Per chiudere in dolcezza con il cioccolato di Modica della Dolceria Bonajuto.

img_9204

Per gli appassionati di vino, oltre alle 16 etichette dell’Etna presente all’evento, ci sarà modo di godere di un’inedita esperienza di wine pairing, con abbinamenti particolari realizzati insieme alle cantine di Barone di Villagrande, Azienda Falcone, Barone Beneventano, Benanti, Cantine Di Nessuno, Cantine Russo, Feudo Vagliasindi, I Vigneri, Lagelsomina, Masseria Setteporte, Murgo, Palmento Costanzo, Quantico, Scilio, Tenute di Nuna, Vivera.
Infine, come ogni anno, ci sarà anche la competizione che assegnerà il riconoscimento massimo al piatto che avrà sollecitato stupore e meraviglia. Quello, insomma più straordinario. Per biglietti e informazioni si può consultare il sito. Costo d’ingresso 65 euro.

I commenti degli utenti