Pizza Romana Day: le 20 pizzerie dell’evento

23 agosto 2018

Manca poco. Poche settimane ci separano dal primo Pizza Romana Day, evento a marchio Agrodolce organizzato in collaborazione con Greenstyle e Repubblica Sapori che il 13 settembre 2018 celebrerà la pizza romana. Un modo per raccontarla e darle quella luce che merita attraverso 10 imprescindibili punti contenuti all’interno del Manifesto della Nuova Pizza Romana. scopriamo quali sono le 20 pizzerie che hanno aderito all'iniziativa Manifesto simbolo di una vera e propria rivoluzione, prova tangibile che la pizza romana c’è, è una realtà esistente, vive una rinascita e che un copioso gruppo di pizzaioli sottoscriverà durante la prima fase dell’evento, la mattina, a Osteria di Birra del Borgo (via Silla 26/a). La sera ciascuna delle 20 pizzerie che hanno aderito all’iniziativa preparerà la propria pizza romana tra tradizione o innovazione e il goloso e desiderato incedere di pizze classiche e creative ideate ad hoc per l’occasione. Sponsor dell’evento, Birra del Borgo e Molini Pivetti. Scopriamo quali sono le 20 pizzerie che hanno aderito all’iniziativa.

  1. 47a1589web180g Pizzeria Romana (via Tor de’ Schiavi, 53). Due leader della pizza in teglia Mirko Rizzo e Jacopo Mercuro hanno dato vita a un luogo accogliente che esprime al meglio la pizza romana nella sua essenza. Menu che rispetta la tradizione, ma impostazione contemporanea. Utilizzo di un forno a gas di ultima generazione e di farine con grani rigorosamente italiani, impasto indiretto ad alta idratazione e stesura a mano senza mattarello. Prodotti di qualità e fritti da non perdere per nessuna ragione al mondo.
  2. 91-bis-291 bis (via della Farnesina, 91). A pochi passi da Ponte Milvio la pizzeria gestita da Mauro Meddi è un indirizzo che non si può ignorare quando si parla di pizza romana. Forno a legna a vista, piastrelle bianche alle pareti, ampio dehors, ambiente giovanile e un menu che spazia tra classici della tradizione e proposte ricercate.
  3. Al Grottino (via Orvieto, 6). Storico locale nei pressi di San Giovanni che offre una pizza a lievitazione naturale cotta nel forno a legna e un’ampia selezione di birre belghe. Locale semplice, accogliente e che si avvale di ingredienti di qualità. Da provare i fritti e i dolci. E la pizza romana, ovviamente.
  4. sala-ristorante-casettaCasette di Campagna (via di Affogalasino, 40). Come da nome, la pizzeria è immersa nella campagna romana, coadiuvata da forni a legna per la realizzazione di ottime pizze. Sull’impasto, ben preparato e digeribile, si avvicendano verdure dell’Agro Pontino, mozzarella di bufala campana e salumi dalle carni selezionate. Condisce tutto il servizio gentile e premuroso.
  5. exquisitaly-copiaExquisitaly (piazza di S. Bernardo, 99). Wine bar, caffetteria, cioccolateria, ristorante, oltre che pizzeria. Quest’ultima si avvale di materie prime rigorosamente italiane, dando vita a una pizza fragrante e digeribile, croccante alla base e morbida ai bordi. Condimenti di prima scelta.
  6. frontoniFrontoni (via Assisi, 117). Daniele Frontini creatore del locale insieme al socio Glauco Vapeni, ha dato vita a un luogo accogliente tra tavoli, sedie, fioriere e gazebo in legno e che offre un menu rigorosamente stagionale con una parte delle materie prime provenienti dall’azienda agricola familiare. Romanità espressa al massimo: pizza leggera e croccante, ingredienti di qualità. Imperdibili gli gnocchi di pizza.
  7. gatta-mangiona-pizzeria2La Gatta Mangiona (via Ozanam 30/32). Nota pizzeria di Monteverde, è riconosciuta come una delle pizzerie migliori della Capitale. Giancarlo Casa insieme al suo socio Sergio Natali ha dato vita a un luogo che da anni non smette di stupire. Ambiente caldo e accogliente, menu ricchissimo tra fritti, grande varietà di pizze sia tradizionali che creative preparate con materie prime di qualità e gustosi dolci fatti in casa. Buona la carta dei vini e ampia scelta di birre artigianali.
  8. gazometro-38Gazometro 38 (via del Gazometro, 38). Sotto la guida di Fabrizio Leginio, in un ex garage dagli arredi vintage con salotto per cocktail e musica live, viene proposto un impasto di pizza indiretto con biga a 24 ore, realizzato con farine multicereali, lievito in quantità modeste, idratazione al 70 %, olio extravergine di oliva, sale e maturazione media di 72 ore. Pizze classiche e creative e abbinamento pizza-cockail.
  9. giuliettaGiulietta (Piazza dell’Emporio, 28). Nel cuore di Testaccio, questo locale firmato Bowerman e Spada propone due tipologie di pizze: la napoletana che prevede un lungo processo di lievitazione dell’impasto e selezione di elementi stagionali e prodotti tipici e la romana, pizza croccante, leggera e sottile. Ottime farine e ingredienti naturali e di qualità.
  10. magnificaMagnifica (via Ugo de Carolis, 72). Pizzeria con 60 coperti, ambiente semplice, curato, dal tocco minimal con sedie retrò e pareti sui toni del beige. La vera protagonista, la pizza, realizzata con impasto indiretto a lievitazione 72 ore, prevede l’utilizzo di farine integrali pregiate e prodotti freschi e di stagione. Menu che gioca sulla regionalità e ampia carta di birre selezionate.
  11. moma-pizzeria-romana-interno-ac589Moma (via Calpurnio Fiamma, 40). Nel quartiere Tuscolano, in un ambiente minimal dove il bianco predomina, Moma è un pizzeria che si basa sull’attenta ricerca delle materie prime, in particolar modo del territorio laziale. Le pizze sono preparate con farine naturali macinate a pietra, olio extravergine di oliva Dop, mozzarella di bufala, salumi e formaggi di origine laziale, toscana e umbra. Da provare la pizza del mese, realizzata con condimenti di stagione.
  12. lievito-pizza-e-birraLievito – Pizza & Birra (via Andrea Doria, 16). Locale ampio e accogliente con circa 150 coperti. Sulle pizze c’è la mano attenta di Stefano Callegari che ha studiato il menu e messo a punto l’impasto, mentre per le birre c’è la mano de il birrificio Birra del Borgo. Grande attenzione per le pizze della tradizione romana, ma anche ampia scelta di fritti e supplì. La particolarità delle pizze risiede nella selezione di farine in parte macinate a pietra e nella cottura nel forno a legna ad altissime temperature; la particolarità dei fritti, invece, risiede nella panatura realizzata esclusivamente con pangrattato autoprodotto.
  13. osteria-di-birra-del-borgoOsteria di Birra del Borgo (via Silla, 26). L’esperienza che si vive è quella delle osterie di una volta: cucina tradizionale e familiare, cura nell’accoglienza e attenta selezione delle materie prime. Le pizze sono il frutto di attenta ricerca e sperimentazioni sugli impasti. Prodotti del caseificio Campo Felice, pasta fresca preparata da Taberna, drink list siglata Jerry Thomas. Ampia e ottima selezione di birre: 24 spine (di cui 4 linee a pompa) siglate Birra del Borgo e piccola selezione di birrifici ospiti.
  14. al-passettoPassetto Ristorante – Pizzeria (Piazza di S. Apollinare, 41). Locale storico alle porte di Piazza Navona, ha riaperto con la supervisione in cucina dello chef Arcangelo Dandini e di Giancarlo Casa de La Gatta Mangiona per quanto concerne le pizze, il quale ha approntato un impasto romano ma a lunga maturazione e con un’alta percentuale di idratazione. Impasto diretto, 24 ore di maturazione, idratazione al 58 %. Ottima carta di vini, cocktail e distillati.
  15. pizzeria-di-quartierePietralata – Pizzeria di quartiere (via di Pietralata, 146). Punto di aggregazione come il nome vuole e ampio locale dal design attuale, la cui pizza a lunga lievitazione, è cotta a legna e condita da prodotti rigorosamente laziali. Cura nella selezione delle materie prime, personale giovane e dinamico, ambiente gradevole e ben arredato. Ottime le birre.
  16. pro-loco-pincianoPro Loco Pinciano (via Bergamo, 18). A due passi da Piazza Fiume, all’interno di un locale trendy tra sedie vintage e pareti di pietra, Pro Loco Pinciano punta sulla qualità dei prodotti del territorio e si avvale di un menu ricco e variegato. Pizze sia classiche che innovative di ottima qualità, ampia selezione mista di salumi e formaggi rigorosamente laziali.
  17. Sant’Alberto (via del Pigneto, 45). Pizzeria moderna e luogo fra i più amati di Roma Est, propone ben 4 impasti: uno ispirato alla tradizione napoletana, uno realizzato con farina integrale, uno pizza pane adatto ad accogliere farciture sostanziose con accostamenti ricercati e infine quello romano, di buona qualità e fedele alla tradizione. Uso di materie prime stagionali, farine selezionate, almeno 30 pizze a scelta tra bianche, rosse, focacce e pizza pane. Liquori a scelta fra più di 70 aziende.
  18. sbancoSbanco (via Siria, 1). Nuova creatura di Callegari, Pucciotti e Campari, Sbanco è un locale ampio e arioso, arredato in stile post industriale con almeno 200 posti a sedere. Impasto soffice, a metà strada tra la tecnica romana e quella napoletana, pizze per tutti i gusti, selezione di antipasti e fritti. Lungo bancone con 15 spine delle quali 2 a pompa. Supplì dalla panatura perfetta, dolci espressi.
  19. seu_1Seu Pizza Illuminati (via Angelo Bargoni, 10). Creatura del giovane e talentuoso pizzaiolo Pier Daniele Seu, il locale è accogliente e gradevole e il servizio rapido e cortese. In tutto 30 pizze, divise in 3 sezioni del menu, preparate con materie prime di qualità e di cui 20 in continuo cambiamento, a seconda della stagionalità. Tra gli antipasti grande importanza ai fritti, 6 spine artigianali a rotazione, vini naturali biologici, rum e amari.
  20. spiazzoSpiazzo (via Antonio Pacinotti, 83). In zona Ostiense, il locale prevede una settantina di coperti tra sale interne e spazio all’aperto. Il menu offre la possibilità di degustare più tipi di pizza, servita a spicchi. L’impasto della pizza ricorda quello napoletano anche se è più croccante e friabile di quest’ultimo e fa 48 ore fra lievitazione e maturazione. Fritti ben eseguiti, da non perdere i lingotti, una sorta di supplì ma senza riso dalla forma allungata e dai ripieni più disparati. Ampia selezione di birre artigianali, discreta lista di vini, abbinamenti tra cocktail e pizze.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti