Cookstock: l’evento che riunisce buon cibo e buon vino a Pontassieve

7 settembre 2018

Dal Gran Premio dell’insalata di riso alla verticale di prosciutti, dalla degustazione 3B a base di Barolo, Brunello e Bolgheri ai cooking show con chef stellati: c’è solo l’imbarazzo della scelta a Cookstock, in programma da oggi venerdì 7 a domenica 9 settembre a Pontassieve. La manifestazione, giunta alla quinta edizione, si tiene poco lontano da Firenze tra cibo, vino e musica.

verticale vino

Il cartellone degli eventi si snoda tra il Ponte Mediceo, piazza Vittorio Emanuele II, le Cantine Ruffino e la sala delle Colonne nel Palazzo Comunale. Tra le proposte più insolite la degustazione 3B: un wine tasting che vede protagonisti Barolo, Brunello e Bolgheri e La disfida del tortello a casa di Helen con lo chef Christian Borchi a coordinare il lavoro di abili massaie. Se non bastasse sono proposti la verticale di prosciutti per veri gourmet e il pranzo della domenica, per riscoprire le vecchie tradizioni di famiglia, con le sorelle Antonella e Alessandra del Salumificio Gerini.

588

Per gli amici dell’ambiente c’è l’aperitivo sostenibile con il cooking show d’autore dello chef Andrea Perini del ristorante Al 588 di Bagno a Ripoli mentre i wine lovers possono scegliere tra i Classici del territorio con una selezione di Ruffino Riserva Ducale Oro, Nipozzano Vecchie Viti, Il Lastricato Trebbio, Selvapiana Bucerchiale e la degustazione itinerante di vini internazionali, dalla Nuova Zelanda alla California. Per l’appuntamento Coi piedi nella Sieve c’è la ricercata cucina di Edoardo Tilli, chef per un cooking show in riva al fiume tra cibo e natura, mentre L’estate in un vasetto spiega come conservare i sapori di stagione tutto l’anno con la food blogger Sandra Pilacchi.

cooking show

DarioCecchini

I cooking show, sotto la direzione artistica di Leonardo Romanelli, i cooking show si tengono come da tradizione sul ponte mediceo si tengono come è ormai tradizione sul Ponte Mediceo. Tra gli chef all’opera ci sono sabato 8 settembre Stefano Dai del Ristorante Fulin di Firenze per proporre specialità orientali mentre Andrea Mattei del ristorante Meo Modo (una stella Michelin) di Chiusdino racconta la sua Toscana con una cucina semplice ma personalissima basata su prodotti di qualità; domenica 9 protagonisti sono lo stellato Peter Brunel, Ristorante Borgo San Jacopo di Firenze, che per una volta lascia l’Arno e porta sulla Sieve i suoi piatti ironici e innovativi ma dalle solide basi e Dario Cecchini, macellaio di Panzano in Chianti per un incontro tra poesia, toscanità e bistecca alla fiorentina.

insalata di riso

L’attesa maggiore è però domenica 9 in piazza Vittorio Emanuele II per il Gran Premio dell’insalata di Riso Gallo che vede sfidarsi 5 ricette originali da sottoporre a una giuria di qualità presieduta da chef ed esperti. A completare la proposta food truck e artigiani del gusto, una grande griglia in piazza per piatti espressi; i laboratori di pasta fatta in casa. Sabato e domenica sono previste le visite alle Cantine Ruffino e infine musica dal vivo, mostre di fotografia, yoga, esibizioni circensi e laboratori per bambini, danza ed esposizione di auto d’epoca. Tutte le sere nella tenda Saharawi allestita in piazza Vittorio Emanuele II si ripete il rito del tè.

I commenti degli utenti