Pizza Romana Day: le vostre pizzerie preferite

20 settembre 2018

Abbiamo fatto sedere oltre 3000 persone in 20 pizzerie diverse, sparse per tutta Roma, per omaggiare la pizza romana nella prima edizione del Pizza Romana Day. Girando tra i tavoli, vi abbiamo chiesto di partecipare al contest per votare il miglior pizzaiolo di pizza romana, scattando una foto e postandola su Instagram. Oggi, seguendo l’hashtag #pizzaromanaday, facciamo finalmente i conti e a furor di popolo eleggiamo tra le pizzerie le tre più nominate, fotografate e con più contatti social, dal bronzo fino all’oro.

  1. birra-del-borgoStrettissima la terza pedana del podio, con un pari merito per quattro pizzerie: Seu Pizza Illuminati, Gazometro38, Osteria di Birra del Borgo e 91 bis. La creatura di Pier Daniele Seu, che per l’occasione ha trasformato l’intero menu in pizza romana, gli ha fatto guadagnare il terzo posto grazie alla certezza delle ricette, dalle classiche alle creative, come la margherita gialla, la fiori e mortazza, la margherita confit, la tartare 2016, con tartare di tonno, burrata, pistacchi e zeste di lime, la fragola e croccante. Se l’è vista però con il Gazometro38, che ha sfoderato la sua celebre Amatriciana 38 con guanciale croccante, cipolle in agrodolce e crema di pecorino, insieme a cicoria e salsiccia, scarola, uvetta pinoli e guanciale. Osteria di Birra del Borgo ha smaccato tutti con il calzone facoltativo, quello alla carbonara, ma ha vinto il premio romanità anche con la pizza coda alla vaccinara. Chiusura egregia per il 91bis: prendono punti virtuali dal pubblico la Capricciosa e la Saporita, quest’ultima con mozzarella, gorgonzola, fiori di zucca, ‘nduja e finocchietto selvatico.
  2. sbancoLa mano di Stefano Callegari sbatte Sbanco al secondo posto. L’argento glielo regala la pizza funghi con fiordilatte, che si affianca alla semplicissima marinara, premiate proprio perché simbolo della tradizione più autentica. “Abbiamo fatto le cose semplicissime della romanità”, aveva infatti spiegato Marco Pucciotti, socio della pizzeria con Stefano Callegari, all’alba dell’evento. Ma secondo noi, sotto sotto, c’è anche lo zampino dei fritti, con il trionfo dei supplì con la coda alla vaccinara.
  3. magnificaPrimo posto e scettro di miglior pizzaiolo e pizzeria della serata se lo aggiudica, infine, Magnifica. Saranno stati i toni del beige del locale a non distrarre i commensali dal rumore scrocchiarello dell’impasto? Chi lo sa. Sta di fatto che sia la classica Margherita, sia la speciale Tommasino, con pomodorini semi dry, bufala campana ed emulsione al basilico hanno messo tutti d’accordo, perfino su Instagram. Ma solo dopo aver ingerito un bel po’ di fiori di zucca cacio e pepe in tempura.

I commenti degli utenti