Mal di stomaco: cosa mangiare per alleviare il dolore

22 settembre 2018

Le cause del mal di stomaco possono essere varie, dal più semplice colpo di freddo allo stress oppure può essere causato da gastrite e reflusso gastroesofageo, o ancora dall’ingestione di bevande ghiacciate o, più in generale, da una cattiva alimentazione. il mal di stomaco può avere molteplici cause Per questo motivo è sempre bene rivolgersi sempre a uno specialista che possa aiutarci a individuare la fonte e la causa del dolore che avvertiamo. Come accennato, anche un errato comportamento a tavola può scatenare o peggiorare questo disturbo, come ad esempio mangiare troppo in fretta o assumere troppi cibi errati in grado di irritare la mucosa gastrica. Ecco allora che anche un’alimentazione sana può essere un rimedio o un aiuto per il mal di stomaco e scegliere cosa mangiare in caso di dolori e cattiva digestione può rivelarsi fondamentale.

  1. cottura a vaporeCibi leggeri e cotture semplici come: al vapore, al forno o bolliti.
  2. differenze yogurt alla grecaYogurt bianco con fermenti lattici, che aiutano in caso di dolori allo stomaco e migliorano la salute dell’intestino.
  3. meleFrutta non acida: consigliata la mela, sconsigliati il limone e gli agrumi in genere perché la loro natura acida può facilmente irritare la mucosa gastrica e causare acidità di stomaco. Inoltre una regola di carattere generale per prevenire e ridurre i disturbi è di consumare la frutta lontano dai pasti.
  4. succo di mirtilliAnche consumare la frutta fresca sotto forma di succo o frullato può essere un buon rimedio per evitare problemi alla digestione, mentre l’assunzione di succhi di frutta industriali è sconsigliabile a causa della presenza di acidificanti, conservanti e zuccheri aggiunti che tendono a renderli irritanti e ad alto rischio di iperacidità per chi ha lo stomaco sensibile.
  5. bere acquaBere nella giornata lontano dai pasti, per facilitare la disintossicazione, scegliendo acqua a temperatura ambiente ed evitando bevande gassate (specie se contenenti caffeina, estratti di cola, acidificanti, coloranti e conservanti), gli alcolici di ogni tipo (ma soprattutto superalcolici e cocktail più o meno elaborati), il caffè e i già citati succhi di frutta industriali.
  6. riso al vaporeCome carboidrati prediligere riso e patate che sono solitamente digeriti con facilità.
  7. salviaInsaporire piatti crudi e cotti con erbe aromatiche come salvia, rosmarino, timo, origano, dragoncello, basilico, menta o spezie come la curcuma e il curry dolce, che contengono anche numerosi microelementi utili ed esercitano un’azione favorevole sulla digestione. Se si soffre di bruciore di stomaco, gastrite o ulcera gastrica, si devono invece evitare tutte le spezie piccanti e irritanti e/o che stimolano la produzione di succhi gastrici come peperoncino, pepe, paprika e il curry piccante rafano ecc.
  8. olio d'olivaUtilizzare olio extravergine di oliva e altri oli vegetali di buona qualità perché migliorano il transito intestinale e sono ricchi di composti antiossidanti benefici per la mucosa gastrica e intestinale. Evitare invece i grassi di origine animale di più difficile nella digestione.
  9. step-1-pollo-e-ananasTra le proteine animali la carne rossa è meno digeribile di quelle bianche e del pesce, ma in tutti i casi ciò che più incide sull’impegno richiesto allo stomaco sono le modalità e i tempi di cottura, nonché i condimenti e gli altri ingredienti aggiunti nella preparazione. Inoltre chi soffre di bruciore di stomaco e difficoltà di digestione non dovrebbe mai mischiare proteine di origine diversa nello stesso piatto (per esempio, carne e latte o formaggio; pesce e uova ecc.) e, più in generale, evitare di assumere troppi alimenti differenti in un unico pasto.

I commenti degli utenti