Bar d’Italia 2019: i premiati della guida del Gambero Rosso

27 settembre 2018

È uscita la Guida Bar d’Italia 2019 firmata Gambero Rosso, una selezione dei locali più interessanti da Nord a Sud, da Est a Ovest del nostro goloso Paese. Quelli che non si limitano a proporre cornetto e caffè, ma sanno tentarci con qualcosa in più, il caffè sta comunque diventando una bevanda slow, da godere con calma seguire le nuove tendenze del settore, curare ogni singolo dettaglio e materia prima. Certo, l’espresso resta il grande amore degli italiani, ma qualcosa sta cambiando nell’approccio dei consumatori. Il caffè sta diventando una bevanda slow, da sorseggiare con calma, quasi fosse una tazza di tè, in un ambiente raffinato. Il barista è sempre più l’esperto che guida il cliente nella scelta della miscela e del tipo di estrazione, spiega ogni passaggio e le caratteristiche della bevanda. Sta crescendo l’interesse e la cultura nei confronti del caffè. E lo dimostrano anche eventi specifici come le prime edizioni di Milano Coffee Festival e MilanoCaffè.

bar-ditalia

Il consumatore è sempre più attento alla qualità, intesa in chiave salutistica e sostenibile. Ecco che oltre ad alambicchi, filtri e brocche, i bar propongono materie prime selezionate, magari valorizzando produttori locali. i bar cambiano pelle, propongono caffè fatti ad arte e materie prime di alta qualità Si torna ai grandi classici dell’infanzia come pane e marmellata, il tutto rigorosamente fatto in casa. I menu si arricchiscono sempre più di centrifughe, estratti, yogurt, pause pranzo equilibrate, magari con prodotti di stagione, cocktail sostenibili. Sono questi gli ingredienti che caratterizzano la Guida Bar d’Italia 2019, che quest’anno può contare su più di 100 novità. Tre nuovi punti di riferimento hanno raggiunto il punteggio più alto, rappresentato da Tre Chicchi e Tre Tazzine. Si tratta del Bar Zucca di Torino, di Gilli a Firenze e dello Spazio Pane e Caffè di Roma.

la-pasqualina

Nuovo ingresso pure nella categoria Le Stelle ovvero i locali che hanno conquistato e conservato il punteggio massimo per almeno 10 anni consecutivi. A ricevere questo riconoscimento è il Relais Cuba Chocolat Restaurant Cafè di Cuneo. Il vincitore del premio Illy Bar dell’Anno è invece andato a La Pasqualina di Almenno San Bartolomeo, in provincia di Bergamo. Il giudizio della giuria di esperti, composta dai giornalisti Fernanda Roggero (gruppo 24Ore), Tania Mauri (Gazzetta dello sport), Licia Granello (La Repubblica), Francesco De Filippo (direttore ANSA Trieste), Roberto Pavanello (la Stampa) e Tommaso Galli (Corriere della Sera), si è basato sulla qualità dei prodotti, sull’attività didattica di diffusione della cultura alimentare e sulla ricerca, sempre attenta al discorso salute. Menzione speciale a Staccoli Caffè di Cattolica, in provincia di Rimini, per la ricerca delle materie prime, la qualità dei prodotti e la capacità di interpretare la tradizione in chiave contemporanea. Scopriamo ora tutti i premiati Tre Chicchi e Tre Tazzine della Guida Bar d’Italia 2019, le colazioni e i cocktail bar dell’anno.

Tre Chicchi e Tre Tazzine

Pavè

La Lombardia è la regione più premiata con otto bar: La Pasqualina (Almenno San Bartolomeo, Bergamo), Sirani (Bagnolo Mella, Brescia), Bedussi (Brescia), Colzani (Cassago Brianza, Lecco), Pasticceria Roberto (Erbusco, Brescia), Pavè (Milano), Marelet (Treviglio, Bergamo) e Morlacchi (Zanica, Bergamo).

biasetto4

Sette i premiati in Veneto: Il Chiosco (Lonigo, Vicenza), Biasetto (Padova), Garibaldi (Vicenza) e quattro locali a Venezia ovvero Amo, Bar Dandolo dell’Hotel Danieli, Gabbiano del Belmond Hotel Cipriani e Gran Caffè Quadri.

mulassano

Passiamo al Piemonte con Canterino (Biella), Converso (Bra, Cuneo), Relais Cuba Chocolat Restaurant Cafè (Cuneo). Torino resta la città dagli eleganti e ottimi caffè con tre premiati solo nel capoluogo: Baratti & Milano, Caffè Mulassano e Bar Zucca.

gino-fabbri-4

In Emilia-Romagna la guida premia Gino Fabbri Pasticcere (Bologna), Staccoli Caffè (Cattolica, Rimini), Bar Roma (Novellara, Reggio Emilia), Dolce Salato (Pianoro, Bologna), Lievita (Riccione), Nuova Pasticceria Lady (San Secondo Parmense, Parma).

corrado assenza caffè sicilia

In Toscana sono quattro i premiati: a parte Tuttobene a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, gli altri si trovano nel capoluogo e sono Atrium Bar & Lounge del Four Seasons Hotel Firenze, Gilli e il Winter Garden Bar del St. Regis Florence. In Sicilia sono segnalati dalla guida Sciampagna (Marineo, Palermo), Caffè Sicilia (Noto, Siracusa) e Antico Caffè Spinnato (Palermo).

sal-de-riso-colomba

In Liguria e nel Lazio ricevono l’ambito riconoscimento i bar dei capoluoghi, rispettivamente Douce e Murena Suite di Genova e Spazio Pane e Caffè e Stravinskij Bar dell’Hotel De Russie di Roma. In Friuli Venezia Giulia i premiati sono la Caffetteria Torinese (Palmanova, Udine) e Vatta di Trieste, mentre nelle Marche troviamo Picchio (Loreto, Ancona). Tre tazzine e tre chicchi infine per Caprice di Pescara, Sal de Riso Costa d’Amalfi di Minori (Salerno) e 300mila Lounge di Lecce.

Le colazioni dell’anno

cracco-bistrot

Dove fare colazione in Italia? In apertura la Guida Bar d’Italia 2019 propone i locali più interessanti per iniziare la giornata, quelli che vanno oltre alla proposta “cappuccino e cornetto” con idee originali, divertenti e curiose. Iniziamo dalla Lombardia dove si affermano Cracco Café a Milano, Checchi a Brescia e Sirani a Bagnolo Mella, in provincia di Brescia. Non perdetevi poi il Caffè degli Specchi a Trieste e il già citato Spazio Pane e Caffè di Roma.

I migliori cocktail bar

1930

Quali sono invece i cocktail bar dell’anno? Ecco gli indirizzi da segnare e da provare in tutta Italia: Piano 35 (Torino), 1930 (Milano), Cloackroom Cocktail Lab (Treviso), Bizarre (Bologna), Mad Souls & Spirits (Firenze), Idyllium (Pienza, Siena), Chorus Café (Roma), Twins Cocktail Wine Coffee (Napoli), Cubi (Maglie, Lecce), Bocum (Palermo).

I commenti degli utenti