Nasce in Italia la prima birra fatta con… l’aria

28 settembre 2018

La prima birra fatta con l’aria arriva dal cuore verde d’Italia. Sans Papiers, questo il nome della bionda, è made in Umbria. È prodotta dal birrificio Flea a Gualdo Tadino ed è green sotto tutti i punti di vista. una birra prodotta estraendo l'umidità direttamente presente nell'aria È un macchinario, brevettato dalla startup Veragon di Perugia, che depura e mineralizza l’aria trasformandola in acqua. Lo speciale condizionatore è alimentato da un impianto fotovoltaico. Circa 1000 i litri di acqua potabile prodotti al giorno. Il sistema, ecofriendly, è utilizzato con successo anche in alcuni villaggi dell’Africa e dell’Asia e sulle piattaforme petrolifere. “L’ingrediente principale di qualsiasi birra è l’acqua. E così, in un momento in cui la reperibilità di acqua potabile sta diventando globalmente un problema sempre più rilevante, abbiamo pensato di mettere a punto un macchinario in grado di estrarre l’acqua direttamente dall’umidità presente nell’aria” racconta l’imprenditore Alessio Lucattelli. Il malto e il frumento utilizzati per la produzione provengono da coltivazioni a chilometro zero. I metodi di lavorazione sono artigianali. Così Sans Papier è davvero una birra green.

sans-papiers

Lucattelli, insieme con la sorella Martina, ha da sempre il pallino della sostenibilità: i due sono titolari di una catena di ristoranti ecofriendly dal nome Gesto con locali a Milano, Perugia, Firenze. In collaborazione con l’amministratore del birrificio Flea Matteo Minelli, la birra Sans Papiers è stata presentata proprio nel locale di Milano che si trova sui Navigli (Ripa di Porta Ticinese).

sans-papiers-1

Sans Papiers è una birra chiara viva non filtrata e non pastorizzata, ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia. Ha una bassa gradazione (Alc. 4,8% Vol.) ed è caratterizzata da sentori di agrumi. una bionda versatile, facile da abbinare a qualsiasi cibo Una bionda versatile e per questo di facile abbinamento in tavola. Sulle bottiglie spicca l’etichetta con un’elegante mongolfiera dalle linee dorate, lo slogan per il lancio del prodotto recita: “Da oggi l’aria ha un sapore”. Sans Papiers, come sottolinea Minelli, offre al consumatore “un prodotto di eccellenza completamente ecosostenibile per uscire da certi modelli di consumo omologanti della società contemporanea”. Il birrificio umbro sfrutta così al meglio le opportunità che il mercato offre e conta di raggiungere importanti risultati già nei prossimi due anni. Il produttore, dopo i ristoranti di Gesto, spera di trovare presto altri spazi nel campo della ristorazione e, se la novità sarà accolta con successo, punta anche alla grande distribuzione nel giro di pochi mesi. Al momento Sans Papiers può essere acquistata on line in fusti e in bottiglie da 50 cl.

I commenti degli utenti