Caneve Aperte 2018, la cena itinerante alla scoperta della Val di Cembra

1 ottobre 2018

Per conoscere un territorio non bastano solo buone gambe per camminare e buoni occhi per guardare. In Val di Cembra vi serviranno quelli, ma anche uno stomaco capiente e curioso. Il 13 ottobre torna Caneve Aperte, una cena a tappe nei più affascinanti panorami del borgo di cembra la cena itinerante che conduce i curiosi visitatori alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche del territorio. La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, è incentrata su una cena a tappe presso i più affascinanti panorami che compongono il paesaggio a tinte forti del borgo di Cembra. Organizzata dal consorzio Cembrani D.O.C. e inserita all’interno della rassegna DiVin Ottobre della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, Caneve Aperte è un momento di incontro tra natura e cultura, dove è possibile esplorare il ricco campionario di prodotti tipici, la tradizione enologica che valorizza il territorio, nonché le meraviglie paesaggistiche da cui tutto ciò ha origine.

caneve-aperte

La caneva un tempo era un vero e proprio supermercato per la gente di montagna. Grazie alla sua temperatura sempre costante, si poteva conservare qui tutto il conservabile, dal vino ai salumi e formaggi. La scelta di questo luogo come punto di incontro per i commensali itineranti non è dunque casuale, dato che è da sempre un luogo di protezione e culto del cibo.

carne salada

Caneve Aperte inizierà il 13 ottobre dalle ore 16 in poi. Si parte dalla Chiesa di Santa Maria Maggiore, per procedere di caneva in caneva, luoghi in cui i commensali itineranti saranno ospitati dai Cembrani D.O.C. per una degustazione guidata di vino, spumante, birra artigianale e grappa. la cucina tradizionale trentina farà da contraltare alle degustazioni vinicole A far da contorno alle delizie in botte, ci saranno i prodotti tipici del Trentino e in particolare della Val di Cembra: la carne salada, i tortèi de patate, luganeghe, speck, polenta e tosella, strauben e molto altro. Quest’anno saranno ben sedici le caneve che ospiteranno separatamente la mescita e la somministrazione di vino e cibo, regalando nove esperienze sensoriali, accompagnate da musica folk, acoustic rock degli Orentonip, dalle Giovani fisarmoniche della Val di Cembra, da world acoustic con Malegria Primos Estilo, pop rock con gli Svitols e in finale ottimo rock italiano con i Niutenti. Durante la manifestazione sarà possibile visitare la Chiesa di San Pietro, vero gioiello d’arte, e la Caneva Tempio del Muller Thurgau di Giorgio Nardon. Qui si conserva una ricchissima collezione di bottiglie custodite gelosamente anche grazie alla collaborazione dell’Apt Pinè Cembra. Collegato alla manifestazione ci sarà anche la partita inaugurale del torneo internazionale di curling

I commenti degli utenti