La vodka ora si ricava dai tulipani

2 ottobre 2018

Prendi un cineasta olandese che 4 anni fa lascia la carriera per un sogno imprenditoriale di lunga data: inventare un prodotto. Prendi i suoi 30 anni, 4 milioni di bulbi di tulipani e ottieni una vodka che oggi affolla gli scaffali di molti ristoranti stellati. joris putman ha utilizzato il simbolo più famoso d'olanda, il tulipano, per creare una vodka high end Come racconta Munchies di Vice, l’olandese in questione si chiama Joris Putman. Nel 2014 si è seduto a tavolino e, insieme ad alcuni amici, ha pensato a cosa creare con il prodotto più famoso del suo Paese e un vero cimelio di famiglia, quei fiori che i suoi antenati coltivavano, la cui tradizione era continuata per centinaia di anni. “I miei amici originariamente suggerivano il chiaro di luna dal grano, ma non l’ho trovato affatto attraente. Ho subito immaginato tulipani, liquori e vodka, e poi è stata solo una questione di minuti prima che me ne rendessi conto e ho lavorato ai piani per i test“. In 5 minuti, Putman ha tracciato il processo, con solo 2 ingredienti, tulipani e acqua. Dopo innumerevoli tentativi ed errori, ha ottenuto un prodotto da 40 gradi di volume. “Il tulipano ha una consistenza forte – spiega – che rende difficile il processo di distillazione, ma il primo momento in cui ha funzionato è stato semplicemente fantastico. All’inizio non aveva un buon sapore, ma aveva una gamma di gusti interessante e complessa. Una volta funzionato, abbiamo avviato test di distillazione a lungo termine per ottenere i giusti sapori e i sapori sbagliati“.

tulip-vodka-2

Da lì ci sono voluti 2 anni per perfezionare i processi di distillazione e fermentazione, due anni in cui ha mantenuto la sua invenzione segreta, fino a che non ha perfezionato la ricetta e ha quindi introdotto al mondo la Dutch Tulip Vodka nel dicembre 2017. Il processo prevede 3 distillazioni, ma è un po’ diverso da quello che normalmente viene fatto: il suo sistema di colonne di distillazione, infatti, è estremamente più preciso e, alla fine della lavorazione, Putman ottiene la forma più pura della vodka, cui aggiungere successivamente aromi originali che ricordano tutte le sfumature dei tulipani. In questa lavorazione, il problema sta proprio nei bulbi: ne basta uno contaminato e l’intero lotto potrebbe diventare imbevibile. E visto che un lotto richiede fino a 3 mesi di lavorazione, Putman ha scelto di prendere i suoi tulipani esclusivamente da agricoltura biologica. Quindi, li lava con acqua piovana e li conserva in grandi sale di raffreddamento, fino al momento in cui si inizia la distillazione.

tulipani

Durante la produzione, la sua squadra passa oltre 2 tonnellate di tulipani al giorno. durante la produzione lo staff lavora ben 2 tonnellate di tulipani ogni giorno E non produce alcun rifiuto: “Acquistiamo bulbi di tulipani biologici da un agricoltore locale – dice – quindi una volta terminato il nostro processo di distillazione, portiamo i bulbi di tulipani purificati rimanenti in un vicino caseificio per il bestiame. Le mucche amano davvero i bulbi di tulipano: sono un regalo speciale!” Familiare era e familiare rimane, la Tulip Vodka, insieme alla sua società Clusius Craft Distillers, è in realtà un’azienda a conduzione familiare: Joris Putman ha un socio in affari, Bart Bouter, 36 anni, che è suo cugino. Nel giorno di imbottigliamento, la distilleria Clusius si trasforma in una grande riunione di famiglia. “Quando arriva il momento di imbottigliare – dice ancora Putman – abbiamo una sorta di catena di montaggio. Mio padre ha il compito di lavare e sigillare le bottiglie, mio zio martella sui coperchi e mia zia e mia madre etichettano ogni singola bottiglia a mano. Mio padre ha persino dipinto l’opera d’arte della bottiglia“.

tulip-vodka

Nonostante i primi prodotti non fossero lucenti come quelli in commercio, gli chef cui aveva somministrato questo distillato erano rimasti impressionati. Oggi, con 40mila bottiglie prodotte (a mano) durante l’anno, la Tulip Vodka è una vodka di fascia molto alta, decisamente non destinata ai turisti: si trova in ristoranti in Polonia e in Spagna e anche nei primi 3 ristoranti stellati olandesi. Stellato ne è anche il prezzo, visto che la miscela pura è venduta a 295 euro a bottiglia. In ogni bottiglia ci sono circa 350 bulbi di tulipani. Se la volete assaggiare, potete virare sulla più economica premium, che include tulipani, acqua e alcol da frumento biologico: è venduta al dettaglio a 48 euro, con 40 bulbi di tulipano al suo interno.

I commenti degli utenti