Gente di Lago: i grandi chef rendono omaggio ai pesci d’acqua dolce

3 ottobre 2018

Chicco Cerea, Pino Cuttaia, Sandro e Maurizio Serva, Enrico Bartolini, Pietro Leemann, Marco Sacco, Simone Corba, Gabriele Tratzi, Alessandro Gilmozzi, Max Celeste, Eugenio Boer, Luca Marchin, Cristina Bowerman, Giancarlo Morelli, Mauro Elli, Gianni Tarabini e Paolo Barrale: ovvero una parata di stelle per rendere omaggio ai pesci di acqua dolce. tanti grandi chef stellati per ridare valore ai pesci di acqua dolce con le loro ricette Da sempre considerati dei pesci di serie B, trote, tinche e compagnia nuotando, saranno invece celebrate il 7 e l’8 ottobre dai più rinomati cuochi italiani che vantano con laghi e fiumi un rapporto d’elezione. Infatti, per due giorni l’Isola dei Pescatori (Verbania), la più piccola delle Isole Borromee affacciate su Stresa e sul Lago Maggiore, sarà animata dai lavori di Gente di Lago e di Fiume, la prima edizione di una manifestazione itinerante organizzata per sensibilizzare sul futuro dell’ecosistema lacustre e palustre.

5-marcosacco

Promotrice dell’evento l’Associazione Gente di lago e di fiume, nata su impulso dello chef due stelle Michelin Marco Sacco con l’obiettivo di difendere e ridare dignità all’habitat complesso e poco conosciuto delle acque interne: “La mia – ripercorre Sacco – è una storia d’acqua dolce sul Lago Maggiore. Da bambino vedevo il lago come l’oratorio dove si andava a giocare. Passano gli anni e vado sott’acqua e nuoto con le anguille. Entro in cucina da mio padre e gli dico ‘Voglio fare lo chef stellato’ e lui mi chiede cosa sia. Io rispondo: non lo so ma ci provo. E tutto questo accade con l’acqua attorno. Oggi ho raggiunto tutti i miei obiettivi con un pensiero dominante: l’acqua è un valore aggiunto nel mio percorso di vita e professionale. Quindi poi quando arrivi a un certo punto ti rendi conto che devi anche restituire al tuo territorio qualcosa e per me restituire significa far capire al mondo chi siamo noi gente di lago“.

4-latrota_bymarcosacco

Il primo grande progetto dell’associazione è la due giorni di ottobre che nasce come contaminazione fra la gente di lago e un mondo che va a trovarla: “Questo concetto – continua Sacco – è fondamentale. Siamo andati a parlare con i 12 ristoratori che operano sull’Isola dei Pescatori. Perché l’Isola è il posto della gente di lago. Dopo un primo momento di diffidenza siamo riusciti a creare un sistema. Così durante l’evento i ristoratori faranno un piatto della loro tradizione, mentre i cuochi forestieri ne faranno una versione evoluta e innovativa“.

6-isolapescatori_2_credit_danilodonadio

Due i momenti clou dell’evento. La mattinata di lunedì ci sarà una risottata aperta anche a tutti i cuochi e le giacche bianche che vorranno partecipare, fra questi il cuoco del carcere di Verbania, la signora che cucina all’ospedale, gli chef di tutti gli hotel e i ristoranti dei dintorni. L’altro la sera, a Stresa con una cena stellata al Grand Hotel des Iles Borromées & Spa il cui ricavato servirà a sostenere iniziative di tutela e promozione dei laghi e dei fiumi.

Domenica 7 ottobre

3-piroscafopiemonte

Domenica 7 ottobre sarà possibile scoprire la gastronomia lacustre, facendo tappa nelle 12 postazioni dei ristoranti dell’isola, che proporranno ricette a base di pesce di lago firmate in collaborazione con gli chef di fama internazionale. le ricette saranno tutte a base di pesce di lago e di fiume Durante tutta la giornata sarà possibile partecipare anche a lezioni di cucina, workshop e laboratori di approfondimento, per conoscere le specie ittiche e le proprietà organolettiche e nutrizionali del pesce d’acqua dolce. Le famiglie con i bambini potranno vivere l’emozione di assistere alla spettacolare dimostrazione di pesca con la tradizionale rete bedina. Il Museo della Pesca aprirà le sue porte agli ospiti e si potranno ascoltare le storie dei pescatori, durante speciali lezioni in cui scoprire i segreti del mestiere e le tecniche antiche e moderne di riparazione delle reti e visitare la mostra video fotografica di Claudio Verbano dal titolo Gli ultimi pescatori del lago Maggiore. Si potrà visitare anche il piroscafo a vapore Piemonte del 1904, grazie alla partnership con la Navigazione Laghi.

Lunedì 8 ottobre

gente-di-lago-2

Lunedì 8 ottobre, invece, la giornata sarà dedicata al dibattito e al confronto. Istituzioni, enti, rappresentanti del mondo scientifico e produttivo si ritroveranno accanto ai professionisti dell’informazione e della comunicazione (giornalisti, blogger, influencer), per parlare del futuro dei laghi e delle acque dolci e rilanciare il loro potenziale culturale ed economico. I biglietti per l’evento includono il trasporto in battello sull’Isola, le degustazioni enogastronomiche e la possibilità di partecipare a tutte le attività. Il costo è di 50 euro per gli adulti (60 il giorno dell’evento) e di 15 euro per i bambini dai 7 ai 12 anni (gratis fino a 6 anni).

  • IMMAGINE
  • Danilo Donadio

I commenti degli utenti