World’s 50 Best Bars: a Londra hanno eletto i migliori bar al mondo

4 ottobre 2018
di Federica Fedeli

E ormai giunta alla sua decima edizione la classifica dei World’s 50 Best Bars, che decreta i 50 migliori bar in giro per il mondo. Dall’anno scorso questo premio viene organizzato e gestito dalla William Reed Business Media, una giuria composta da 505 bartender e giornalisti specializzati la stessa organizzazione degli ancora più famosi World’s 50 Best Restaurants. I vincitori di questo premio sono scelti da una giuria composta da 505 bartender, giornalisti specializzati in drink e cocktail aficionados provenienti da 55 paesi. Ogni giurato deve aver visitato il bar almeno una volta negli ultimi 18 mesi e i voti sono basati esclusivamente sulle esperienze personali. L’edizione 2017 ha visto sui gradini più alti del podio due bar della capitale britannica: l’American Bar del Savoy (primo posto) e il Dandelyan del Mondial Hotel, seguiti al terzo posto dal NoMad all’interno dell’omonimo NoMad hotel di New York.

dandelyan

Quest’anno la medaglia d’oro se l’aggiudica il Dandelyan di Londra che ha annunciato pochi giorni fa sui social media la sua chiusura nel 2019. Seguono al secondo posto l’American Bar del Savoy che scende di un gradino del podio, al terzo posto il Manhattan a Singapore, la medaglia di legno va invece al NoMad di New York che scivola di una posizione rispetto al 2017.

Oltre la classifica: gli altri premi

native

Oltre alla classifica, numerosi altri awards sono stati assegnati durante la serata tenutasi nella celebre Roundhouse di Camden Town. L’highest climber è stato assegnato al Native (13°) di Singapore, città che nel 2019 ospiterà la serata dei World’s 50 best restaurant e nel 2021 dei World’s 50 best bars. Il premio di Bar Sostenibile va a Himkok (19°) a Oslo.

the-connaught

Il premio Campari One to Watch va al Carnaval di Lima che si trova al momento al 68esimo posto della classifica. L’Industry Icon premia John Lermayer, co-fondatore del Sweet Liberty di Miami (21°) scomparso lo scorso giugno. Altos Bartenders Bartender premia Joe Schofield, che dopo aver lavorato in alcuni dei migliori bar al mondo (tra cui l’American Bar del Savoy e il Tippling Club) aprirà il suo bar a Manchester e contemporaneamente sta lavorando al suo brand di Gin. L’Heering Legend of the list va al Connaught che quest’anno festeggia i 10 anni di attività. L’Highest New Entry va al The Old Man di Honk Kong (10°). Il Coupette (18°) di east London vince il premio Best New Opening.

Jerry Thomas

Londra si riconferma capitale mondiale dei cocktail con ben 10 bar nella lista. Purtroppo quest’anno l’Italia non è presente nella classifica dei 50: il Jerry Thomas Speakeasy, l’anno scorso al 33° posto, è scivolato nella parte bassa della classifica, al 52esimo posto. Di seguito la classifica dei migliori bar al mondo.

  1. Lost Lake – Chicago, USA
  2. Bar Benfiddich – Tokyo, Japan
  3. Buck and Breck – Berlin, Germany
  4. Salmon Guru – Madrid, Spagna
  5. Swift – Londra, UK
  6. Fifty Mils – Mexico City, Mexico
  7. Trick Dog – San Francisco, USA
  8. Schumann’s – Munich, Germany
  9. Candelaria – Parigi, Francia
  10. BlackTail – New York, USA
  11. Tommy’s – San Francisco, USA
  12. El Copitas – Sanpietroburgo, Russia
  13. Indulge Experimental Bistro – Taipei, Taiwan
  14. Paradiso – Barcelona, Spagna
  15. La Factoría – Old San Juan, Porto Rico
  16. Happiness Forgets – Londra, UK
  17. 28 HongKong Street – Singapore
  18. Little Red Door – Parigi, Francia
  19. Linje Tio – Stoccolma, Svezia
  20. Tales and Spirits – Amsterdam, Olanda
  21. Black Pearl – Melbourne, Australia
  22. Three Sheets – Londra, UK
  23. Scout – Londra, UK
  24. Central Station – Beirut, Libano
  25. Employees Only – New York, USA
  26. Lost & Found – Nicosia, Cipro
  27. Le Syndicat – Parigini, Francia
  28. Operation Dagger – Singapore
  29. Baba Au Rum – Atene, Grecia
  30. Sweet Liberty – Miami, USA
  31. Speak Low – Shanghai, Cina
  32. Himkok – Oslo, Norvegia
  33. Coupette – Londra, UK
  34. Oriole – Londra, UK
  35. The Dead Rabbit – New York, USA
  36. Attaboy – New York, USA
  37. Florería Atlántico – Buenos Aires, Argentina
  38. Native – Singapore
  39. Bar High Five – Tokyo, Giappone
  40. Licorería Limantour – Citta del Messico, Messico
  41. The Old Man – Hong Kong, Cina
  42. Dante – New York, USA
  43. Atlas – Singapore
  44. The Clumsies – Atene, Grecia
  45. Bar Termini – Londra, UK
  46. Connaught Bar – Londra, UK
  47. The NoMad – New York, USA
  48. Manhattan – Singapore
  49. American Bar – Londra, UK
  50. Dandelyan – Londra, UK

I commenti degli utenti