Dai Metallica un whiskey invecchiato a suon di metal

9 ottobre 2018

Era il 1998 quando i Metallica hanno pubblicato la loro personalissima reinterpretazione di Whiskey In The Jar, un classico della musica popolare irlandese che è valso al gruppo statunitense un Grammy Award. A 20 anni di distanza, la band capitanata da James Hetfield ha deciso di fare sul serio, passando dallo studio di registrazione alla distilleria: arriva infatti sul mercato Blackened, un American whiskey invecchiato ovviamente a suon di metal.

Invecchiamento con sottofondo musicale

blackened-4

Intitolato come la traccia di apertura di … And Justice For All, quarto album della band pubblicato nel 1988, l’American whiskey dei Metallica è stato realizzato in collaborazione con Dave Pickerell, uno dei maggiori innovatori sul fronte della distillazione a stelle e strisce. Offerto in 5.000 bottiglie al prezzo di 43 dollari ciascuna, con il primo esemplare marchiato 081 in omaggio all’anno di formazione della band, il whiskey dei Metallica si caratterizza non solo per l’intensa colorazione, ma soprattutto per le modalità di invecchiamento. Il distillato è stato infatti conservato in botti scure precedentemente impiegate per il brandy, esposte a una speciale diffusione di musica, ovviamente metal.

blackened-3

In collaborazione con la compagnia Meyer Sound, i Metallica e alcuni tecnici del suono hanno sviluppato un processo di diffusione musicale in attesa di brevetto, chiamato Black Noise, per amplificare le onde sonore a bassi hertz. un procedimento per trasferire alle botti una vibrazione su una specifica frequenza Un procedimento nato per trasferire alle botti, tramite la riproduzione di speciali playlist di brani del gruppo con la linea di basso molto evidenziata, una vibrazione su una specifica frequenza, tale da incentivare l’interazione del distillato con il legno delle botti di brandy e favorire una più intensa aromatizzazione. Una novità nella distillazione che pare abbia dato buoni frutti, così come hanno sottolineato i fortunati che hanno già potuto provare il whiskey dei Metallica, commentata con orgoglio dalla band: “Ovviamente non avremmo mai messo un’etichetta dei Metallica su un mediocre whiskey già esistente: abbiamo lavorato a questo progetto per diversi anni, supervisionando ogni dettaglio con attenta precisione, dalla prima idea al primo assaggio”.

Il whiskey dei musicisti

blackened

I Metallica non sono il primo gruppo metal a essersi lanciati nell’universo della distillazione, sebbene il loro metodo non abbia davvero eguali sul mercato. Prima di Blackened è infatti stato lanciato il noto Motörhead Whiskey, per celebrare i 40 anni dell’omonima band, mentre agli Anthrax hanno rilasciato un loro distillato. Oltre ai confini di questo genere musicale, anche il grande Bob Dylan ha deciso di fare altrettanto, con un whiskey chiamato – senza troppe sorprese – Heaven’s Door.

Una playlist per apprezzarlo meglio

blackened-2

Per gustare al meglio il whiskey, tra un bicchiere e l’altro, Hetfield e soci hanno anche deciso di offrire una playlist d’ascolto, disponibile per gli acquirenti su Spotify e Apple Music, affinché l’esperienza al palato sia accompagnata da un’analoga stimolazione uditiva. Al momento, però, le bottiglie di Blackned sono unicamente disponibili negli Stati Uniti, tramite la vendita online su SpiritedGifts.com e ThinkLiquor.com, i due canali ufficiali di distribuzione. Chissà che il gruppo, dato il successo ottenuto fra gli esperti, non decida di avviarne una diffusione europea, sempre che le 5.000 bottiglie non siano già sold-out.

I commenti degli utenti