Il fascino dell’avversione: apre il museo dei cibi disgustosi

9 ottobre 2018

Preparatevi a (dis)gustare: a Malmo, in Svezia, il 31 ottobre prossimo apre il primo museo al mondo che metterà in mostra i cibi più disgustosi del pianeta. Lo ha fondato lo psicologo statunitense Samuel West e in esposizione, ci saranno i cibi più ripugnanti da ogni Paese: ciò che per alcuni è considerato una prelibatezza, sarà invece mostrato al pubblico, cui farà letteralmente rivoltare lo stomaco.

casu marzu

Tra questi ci sarà sicuramente l’hákarl, lo squalo fermentato islandese, così come il durian, il frutto più puzzolente del mondo, tanto da non poter essere trasportato sui mezzi pubblici. Poi, il pene crudo di bue, il porcellino d’india arrostito e l’aringa fermentata svedese. Non mancherà ovviamente la nostra bandiera, che porterà alto il nome del casu marzu sardo.

museo-del-disgusto

Per ovviare agli odori nauseabondi che chiaramente si sprigioneranno da questi prodotti, molti reperti saranno chiusi in barattoli ermetici. Poiché la gestione del museo sarà certamente costosa a causa della deperibilità dei prodotti esposti, il biglietto d’ingresso è un po’ alto: 18 euro per gli adulti, mentre i bambini entreranno gratis.

I commenti degli utenti