Torino: dove si beve il caffè migliore in città?

9 ottobre 2018
di Miriam Barone

Il caffè è una cosa sacra. Soprattutto in Italia, soprattutto quando si decide di lasciare riposare la moka e di prenderlo al bar. Anche il bar è una cosa sacra, per gli italiani. Il bar è un luogo quasi del cuore, una coccola. A Torino, nel cuore pulsante della tradizione sabauda, il caffè e il bar sono presi seriamente. Per questo era necessario darsi un ordine scoprendo quali fossero tra i migliori caffè della città, a cavallo tra la tipica storicità torinese e le new wave di impronta internazionale.

  1. orso-lab-caffeOrso Laboratorio Caffè (via Claudio Luigi Berthollet, 30). Un piccolo angolo dove ogni giorno, dalle 7.45 alle 18, è celebrato il caffè in ogni suo aroma, origine e chicco. Lo specialty coffee per eccellenza, tra i primi a portare questa novità a Torino.  Il nome laboratorio non è casuale: da Orso si possono trovare tipologie di caffè da tutto il mondo, ognuno con diverse caratteristiche esaltate dalla tostatura, tutto è concentrato al di là del bancone. Non è un caso se i posti a sedere sono 4 ma il bancone è grande.  Fun fact: dopo aver bevuto il caffè, sul fondo di ogni tazzina si può leggere un numero che predice il futuro.
  2. mulassanoMulassano (piazza Castello, 15). Se si parla di bar storici, a Torino si nomina sempre Mulassano. Un gioiellino dell’Ottocento che celebra tutto l’auge dei Savoia in uno spazio ristretto in piazza Castello. Il contesto è composto da Palazzo Reale, il Teatro Regio, via Po con le sue bancarelle etniche e Palazzo Madama austero e imponente a fronte. In tutto questo, Mulassano è una piccola caffetteria con gli esterni in legno massiccio e gli interni a specchio. Il caffè è un (ottimo) accompagnamento all’arredamento e alla storia: qui si è consumato il primo aperitivo della storia italiana, con vermouth e tramezzino.  Ma bere il caffè da Mulassano la domenica mattina è un trattamento degno di un torinese doc.
  3. beatrice-pasticceriaBeatrice Pasticceria (corso Bramante, 61). Beatrice è uno di quegli angoli che i torinesi si tramandano da generazione in generazione. Se non fosse per la sapienza degli anziani, difficilmente chi abita fuori da piazza Carducci lo scoprirebbe. Invece nel punto di incontro tra Torino Sud e San Salvario, in una delle piazze più trafficate del Piemonte, Beatrice è un’oasi di serenità e un paradiso per le papille e per gli occhi. Un pezzo di eleganza di inizio Novecento corredato dal profumo del caffè e delle paste.  Il consiglio? Godersi il caffè, servito nelle tazzine di porcellana blu e bianche, accompagnandolo con delle paste fresche e secche.
  4. docg-coffeeDOCG Coffee (via San Francesco da Paola, 29). Ormai gli specialty coffee sono sempre più diffusi, anche a Torino. Il primo è stato Orso, ma la tendenza si è estesa poi ad altri locali, tra cui uno dei più amati è Docg Coffee. Vicino al Museo Egizio, in pieno centro storico, Docg si contraddistingue per le miscele provenienti da tutto il mondo e per lo stile e il personale giovane e competente. Uno dei must have è il cappuccino, di cui si può scegliere la miscela. Vedere la preparazione del caffè filtro con l’estrattrice è una di quelle cose che ti fa sentire un po’ uno di quei personaggi delle serie di Netflix: non è così strano pensare che al Central Perk del 2018 si beve il caffè come quello del Docg Coffee.
  5. al-bicerinAl Bicerin (piazza della Consolata, 5). Il Bicerin è un caffè tipico torinese, adatto ai pomeriggi d’inverno in cui i palazzi della città sono avvolti dalla nebbia e dal freddo, e il buio delle 5 del pomeriggio porta con sé una sensazione di malinconia. In questi momenti, il caffè caldo con la cioccolata e la crema di latte con sciroppo è la giusta cura per corpo e mente. L’unico monito è di consumare il bicerin al Bicerin, dietro il Duomo di Torino, in uno dei luoghi più suggestivi della città, e non in una delle tante versioni alternative che hanno ormai preso piede.
  6. nuvola-lavazzaNuvola Lavazza (via Bologna, 32). Un viaggio a 360 gradi nel mondo del caffè: ecco come definire la Nuvola Lavazza, con il museo, il bistrot, l’archivio storico. Lavazza apre le sue porte al pubblico offrendo una panoramica che va dagli anni 50 a oggi, tra Carmencita e Armando Testa, design e aromi. Il caffè a Torino si concentra in zona Aurora.
  7. beccutiCaffetteria Torrefazione Beccuti (via Pietro Micca, 10). Beccuti in via Pietro Micca è una torrefazione imprescindibile. Il dehors in estate offre un riparo dal tran-tran del centro, un ristoro dalle fatiche quotidiane dei lavoratori il cui unico obiettivo della giornata è la sopravvivenza. E la sopravvivenza, in certi casi, è data dal caffè. Ma da Beccuti ci si può permettere di sognare: le tazze in porcellana, la latte art sui cappuccini, sono piccoli dettagli che rendono la pausa un momento da godere. Tutto questo insieme all’ottima qualità della tostatura del caffè rendono Beccuti uno di quei posti indispensabili nella quotidianità dei torinesi.
  8. vergnanoCaffè Vergnano (via Bertola, 20). L’azienda di caffè Vergnano si trova a Santena, una cittadina della cintura a sud di Torino. Da qualche anno in città hanno iniziato a spuntare le caffetterie monomarca Caffè Vergnano, posti dall’estetica curata e prodotti di qualità, sia nell’offerta gastronomica che nel caffè, sempre ottimo. La carta della caffetteria include solo i prodotti classici.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti