Il Festival della Gastronomia a Roma premia il meglio della ristorazione italiana

11 ottobre 2018

La storia è lunga, il nome è nuovo (ma solo dall’anno scorso), la location è certa. Alle Officine Farneto a Roma, dal 27 al 30 ottobre, ritorna il Festival della Gastronomia. Parola chiave, ancora una volta, rimane emergente: come tradizione vuole, infatti, in questi 4 giorni si sfideranno i migliori cuochi e giovani pizzaioli under 30 di tutta Italia, con le selezioni del centro-Sud e le finali nazionali. Ci sarà anche la finale del miglior emergente sala, che incoronerà il miglior giovane professionista del servizio d’Italia.

fornaio

Il festival della Gastronomia torna in scena anche con la premiazione delle migliori botteghe della Capitale, quest’anno con distinta per settore di attività. Selezionate da Agrodolce insieme a Witaly, che organizza l’evento, saranno votate da una giuria, in cui ci sarà anche la nostra Lorenza Fumelli, oltre a ottenere il voto popolare su Facebook.

Miglior chef emergente centro Italia

giuseppe-milana

Per la categoria dei cuochi il miglior chef professionista sarà scelto in una rosa di candidati selezionata dal critico enogastronomico Luigi Cremona, insieme a un team di esperti. Si inizia sabato 27 con la selezione Centro Italia: tra i 12 candidati in gara ne saranno scelti soltanto 2, che accederanno alle finalissime di lunedì e martedì. Ai fornelli ci saranno Simone Coletti di Acquolina Ristorante (Roma), Giuseppe Milana di Umami – Trattoria Giapponese (Roma), Salvatore Izzo di Pinturicchio 40 (Roma), Lorenzo Boschi de La Locanda di Mezzo a Barga (LU), Alberto Esterini del Magnolia Restaurant – Grand Hotel Via Veneto (Roma), Daniele Lippi de Il Convivio Troiani (Roma), Gabriele Di Lecce del ristorante Il Tino (Fiumicino), Francesco Oliva de La terrazza dell’Eden (Roma), Antonio Madonna di AQUA By Lexus Fish Restaurant, Alessandro Caputo del Giuda Ballerino (Roma), Juan Camilo Quintero dell’Osteria Volpaia a Radda in Chianti (SI) e Alessandro Calabrese del Ristorante Enoteca Del Duca (PI).

Miglior pizzaiolo emergente centro Italia

alessandro-splendori

Per gli emergenti pizzaioli vale lo stesso discorso: si inizia con la selezione Centro, cui parteciperanno Francesco Pompetti della pizzeria Tropical Due (TE), Guido Nardi de La Nicchia (AP), Leonardo Stissi della pizzeria Capriccio (AN), Davide Caiazzo della pizzeria La Scaletta (AP), Alessandro Splendori di Seu Pizza illuminati (RM), Alessandro Fasulo di Sbanco (RM), Salvatore Raia di La Piazzetta (RM), Lorenzo Mirabella del Mercato Centrale di Roma, Simone Raponi de La Gatta Mangiona (RM), Mario Spinelli della pizzeria Luciano Cucina italiana (RM), Marco Manzi di Giotto Pizzeria Bistrot (FI), Marius Ilie di Apogeo (LU) e Andrea Cianti del Mercato Centrale di Firenze.

Miglior chef emergente Sud Italia

raffaele-trilli

Domenica 28 sarà quindi la volta della selezione Sud, in cui si incontreranno i candidati per proclamare i due che accederanno alla finalissima. Tra questi, anche i tre vincitori di emergente chef Puglia, qualificati durante il FoodExp del 18-20 giugno scorso a Lecce. A presentarsi per il titolo saranno Raffaele Trilli del ristorante Chichibio (AQ), Antonio Blasi del ristorante Tamo (PE), Jonathan Maravalli dell’Osteria Ophis (AP), Marco Caputi del Maeba Restaurant (AV), Endoni Di Lieto de La Terrazza di Lucullo (NA), Salvatore Tarantino di Triglia Trattoria Di Mare (AV), Almerino Lombardi della Locanda Mammì (IS), Giuseppe Torrisi del Talé Restaurant&Suite (CT), Francesco Tiano del ristorante Cinquesensi (KR), Domenico Di Tondo de Le Lampare al Fortino (BT), Savino Benizio di Antichi Sapori (BT) e Vincenzo Montaruli del ristorante Mezza Pagnotta (BA).

Miglior pizzaiolo emergente Sud Italia

salvatore-pelorosso

Anche per i pizza chef si continuerà con la semifinale, che vedrà sfidarsi i qualificati per il Sud nelle selezioni campane del Circolo Posillipo, tenute lo scorso 21 giugno, e nelle qualificazioni di emergente chef e pizza chef Puglia. I vincitori di queste due selezioni si incontreranno con altri pizza chef delle regioni del sud: Michel Greco di 14/89 Food Pop (LE), Simone Ingrosso della Pizzeria Dei Mille (LE), Cristiano Taurisano di Luppolo e Farina (BR), Simone Esposito della pizzeria Napoli Napoli (NA), Carmine Paduano di Antonio & Antonio (NA), Salvatore Pelorosso di Salvatore Di Matteo Le Gourmet (NA), Carmine Nunziata della pizzeria Metamorfosi (NA), Francesco Capece de La locanda dei Feudi 2.0 (SA), Francesco Pone di Hashtag Pizza in Cantina (CE), Salvatore D’Amico della pizzeria Coccodè (PA), Dario Rubino della pizzeria Alice (CZ) e Francesca Calvi della pizzeria Myrto a Porto Cervo (OT).

Lunedì 29 la finale di Emergente Chef

christian-mandura

Lunedì 29, quindi, la finalissima Miglior Emergente Chef, con una ricetta obbligatoria per tutti i cuochi vincitori delle selezioni centro, sud e nord: il fritto con l’utilizzo dell’olio creato ad hoc per l’occasione da Olitalia, sponsor della manifestazione.una ricetta obbligatoria per la finalissima sarà il fritto  Per il Nord, già selezionati a novembre dell’anno scorso, gareggeranno Christian Mandura del ristorante Geranio (TO) e Christian Fava del ristorante Magnolia a Cesenatico (FC). Per la finalissima dei pizzaioli, invece, la sfida sarà tra 4 partecipanti provenienti dalle selezioni centro e sud e i due già vincitori delle selezioni nord: sono Alessandro Cecchetti della pizzeria Grigoris di Mestre (VE) e Raffaele Russo della pizzeria Da Zero (MI). La sfida prevede la preparazione di una pizza fantasia utilizzando con ingredienti locali. Per decretare il vincitore assoluto del 2018, però, bisognerà attendere martedì, quando gli chef si sfideranno nuovamente con una mystery box.

Premio emergente sala

alberto-bonanno

Per il premio Emergente Sala, dopo le selezioni nord e centro sud i 6 finalisti si sfideranno in una prova teorica e pratica, in cui serviranno a tavola tra i giurati/clienti scelti tra giornalisti e massimi esperti del settore ristorazione e accoglienza. A concorrere per il titolo saranno Alberto Bonanno maitre del Magorabin di Torino, Enrico Guarnieri chef de rang del ristorante Da Vittorio a Brusaporto (BG), Alberto Tommasi food & beverage specialist di Gastameco Srl a Torino, Francesca Mazzotta chef de rang del ristorante Livello 1 di Roma, Bonaventura (detto Bonny) Ferrara restaurant manager de Il Faro di Capodorso a Maiori (SA) e Achaab Foad maitre e sommelier del ristorante Manetta a Roseto degli Abuzzi (TE).

I commenti degli utenti