A Genova per la quarta edizione del Genova Beer Festival

12 ottobre 2018

Torna, per il quarto anno consecutivo, la nuova edizione del Genova Beer Festival, l’evento organizzato dall’associazione culturale genovese Papille Clandestine. L’appuntamento, 100 birre alla spina da 16 birrifici artigianali italiani ormai consolidato per molti genovesi e non, si riconferma nella settecentesca e bellissima Villa Bombrini a Cornigliano, da venerdì 19 a domenica 21 ottobre.  Saranno circa un centinaio le birre alla spina, portate da 16 tra i migliori birrifici artigianali italiani. Non manca il food, presente con 8 stand gastronomici. Un fitto programma di degustazioni, laboratori e conferenze. Venerdì 19 si comincia alle 18, sabato e domenica si apre invece a mezzogiorno.

I birrifici

genova-beer-festival

Entrando nello specifico, il focus dell’evento sono evidentemente le birre artigianali, rappresentate da 16 birrifici nazionali, declinati in 100 tipi di birre diversi. Sarà ovviamente presente il meglio della produzione ligure, con i birrifici Altavia (Sassello, SV), Scarampola (Millesimo, SV); Fabbrica della Birra Busalla (Busalla, GE); Maltus Faber (Genova) e Nadir (Sanremo, IM). Da fuori regione saranno presenti Argo (Lemignano di Collecchio, PR); Batzen (Bolzano); Birrificio di Cagliari (Cagliari); Birrificio Italiano (Lurago Marinone, CO); Birrificio Mastino (San Martino Buon Albergo, VR); Birrificio del Forte (Pietrasanta, LU); Brewfist (Codogno, LO); Canediguerra (Alessandria); Eastside Brewing (Latina, LT); Kamun (Predosa, AL);  Cr/aK (Campodarsego, PD). Tra le circa 100 birre presentate, si darà spazio alla nuova ondata delle luppolate, senza lasciare nell’angolo ottime birre a bassa fermentazione, così come gli stili più classici, per esempio l’inglese e il belga.

Gli appuntamenti

genova-beer-festival-3

Anche in questa edizione un importante spazio sarà dedicato agli homebrewers, in tutto 30, provenienti anche da fuori regione, che domenica alle ore 12 porteranno le loro birre prodotte in casa in assaggio a una giuria di esperti, presieduta da Simone Cantoni, spazio anche agli homebrewers, ai curiosi e ai bambini con l'area dedicata docente Slow Food e giudice all’evento Birra dell’Anno. Durante l’evento sono previste diverse interessanti conferenze, e tra i vari laboratori ce ne saranno alcuni a ingresso libero, dedicati all’avvicinamento alla degustazione, all’abbinamento cibo-birra. Molto atteso l’appuntamento con i piatti d’autore di alcuni dei migliori chef genovesi abbinati alle birre del festival. Da non perdere il laboratorio proposto da Scientificast: un avvicinamento sensoriale (e divertente) alla bevanda.  Anche in questa edizione sarà possibile effettuare visite guidate alla villa (sabato e domenica ore 16) e torna l’area laboratorio dedicata ai bambini, uno spazio gratuito a cura dell’Associazione Culturale La Giostra della Fantasia.

Il cibo

masetto

Come abbiamo detto, anche quest’anno non mancherà una zona food degna di tutto rispetto. Saranno infatti presenti stand di diverse ottime realtà gastronomiche della città con le loro specialità: le bruschette de Ai troeggi; le trofie al pesto de Il Genovese; il gulash e la cucina dell’Est del Kowalski; gli hamburger del Masetto; i ravioli di brasato alla birra, la cima e le torte di verdura di Gastronomia Bovio; il pulled pork del gruppo Beefolchi; i fritti di UVA (Urban Vineyard Area) e le specialità del tapas bar italo-spagnolo Jalapeño.

genova-beer-festival-4

Tutto il ricavato delle magliette ufficiali del festival – il cui disegno è stato donato dallo Studio Grafico Rebigo – andrà al Comitato Sfollati di via Porro e via Campasso, che hanno perso le loro case per il crollo del Ponte Morandi.

I commenti degli utenti