Cozze: nuovo allarme Salmonella

17 ottobre 2018

Nuovo allarme salmonella per alcuni lotti di cozze vive provenienti dalla Grecia. Lo ha lanciato il Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi europeo (RASFF), che ha stabilito come il nostro Paese sia a rischio contaminazione. Le cozze contaminate sono state già immesse sul mercato nazionale e, purtroppo, non si conoscono i lotti interessati dal richiamo. A livello europeo, più di un Paese ha segnalato la presenza del batterio nei mitili vivi provenienti dalla Grecia, mentre l’Italia ha allertato le unità sanitarie dell’Unione Europea.

Cozze

Il Rasff consiglia vivamente a tutti di non consumare assolutamente cozze vive, a meno che non siano prima accuratamente controllate dal Servizio Igiene degli alimenti e nutrizione della Asl della zona. Inoltre, invita tutti a prestare massima attenzione, perché questo batterio è molto pericoloso per la salute umana: la salmonellosi è infatti dovuta al batterio che viene trasmesso attraverso l’ingestione di cibi o bevande contaminate o per contatto. Si manifesta prevalentemente con nausea, vomito, diarrea e dolori addominali, disidratazione, sangue nelle feci o mucorrea. I sintomi della malattia possono comparire tra le 6 e 72 ore dall’indigestione dell’alimento contaminato.

I commenti degli utenti