Fino al 27 ottobre Napoli insegna la cucina orientale

22 ottobre 2018
di Bruna Sapere

Fino al 27 ottobre, a Napoli, attraverso laboratori di cucina gratuiti, sarà possibile apprendere tutti i segreti della cucina orientale, per la seconda edizione del moviemmece cinefestival, in città si organizzano laboratori gratuiti sulla cucina orientale con i suoi ingredienti insoliti, e scoprire le tradizioni che caratterizzano un mondo culinario ormai entrato a far parte delle abitudini alimentari di molti occidentali. Le lezioni di cucina sono organizzate in occasione della seconda edizione di Moviemmece Cinefestival, evento dedicato alle biodiversità del cibo e delle culture e a tutto ciò che ruota intorno al cibo inteso come veicolo di conoscenza, scambio interculturale e strumento di valorizzazione di territori. L’evento si svolgerà al Nest (Napoli Est Teatro) fino al 27 ottobre, all’interno del Centro delle Arti per la Comunità del quartiere di San Giovanni a Teduccio. Con Moviemmece Cinefestival il cibo diventa protagonista non solo a tavola, ma anche in fotografia e cinematografia attraverso un concorso dedicato ai talenti emergenti, giovani artisti italiani con meno di 35 anni, autori di cortometraggi sul cibo.

hummus

Le lezioni di cucina asiatica partiranno dal Vicino Oriente con lo chef Omar Suleiman per conoscere non solo profumi e sapori della Palestina – dall’hummus ai falafel, passando per la maqluba – ma anche parte della sua storia e della sua cultura. palestina, sri lanka e giappone, sono solo alcune delle nazioni di cui si gusteranno i piatti A piazza Bellini, nel cuore della movida partenopea, si percorrerà un viaggio fra tradizioni e sapori dello Sri Lanka, dal classico curry al kottu, cibo da strada a base di verdure, guidato da Ilandaran Pedige Dilani Nelka Weerathunga, giovane srilankese. Ancora una degustazione di piatti del Sol Levate a cura di Massimiliano Neri, il primo imprenditore ad aprire un sushi restaurant a Napoli, durante cui sarà presentata la cucina giapponese fatta non solo di sushi e tempura, ma anche di dorayaki, tipiche frittelle farcite con l’anko, crema a base di fagioli azuki.

vegan_food-min

Lo chef Stefano Manfredo del ristorante ‘O Grin proporrà la cucina VegNapoletana, reinterpretazione in chiave vegana della tradizione culinaria partenopea. A lui il compito di trasformare i piatti tipici della cucina partenopea in pietanze total veggy con ingredienti a chilometro zero. Durante i laboratori di cucina, la reporter Beatrice De Blasi, della cooperativa Mandacarù, racconterà la storia degli ingredienti utilizzati dai cuochi durante le preparazioni, tutti provenienti da filiere etiche, biologiche e del commercio equo e solidale. Per la partecipazione, totalmente gratuita, è necessario iscriversi a: segreteria@moviemmece.it .

I commenti degli utenti