Firenze: le nuove aperture dell’autunno 2018

31 ottobre 2018

L’autunno 2018 a Firenze si conferma una stagione ricca di nuovi locali da provare. Ora che le temperature cominciano a calare e il cambio degli armadi è ormai un obbligo, ci si può consolare nelle giornate sempre più corte e buie con un buon cocktail o una cena gourmet. Ecco proposte e indirizzi da tenere bene a mente per testare sul campo le ultime new entry sulla piazza di Firenze.

  1. pescatoria-firenzeOsteria La Pescatoria (via Palazzuolo, 80/r). Cucina di mare protagonista in questa raffinata osteria. La tradizione mediterranea è al centro del menu dove l’attenta selezione della materia prima è il punto di forza. Crudi e marinati di mare per cominciare seguiti a ruota da una selezione di primi declinata quasi sempre in versione di pesce. Stesso discorso per i secondi tra tonno in crosta e mazzancolle gratinate. Interessante selezione di vini e bollicine. Aperitivi di mare sia a pranzo che a cena a base di ostriche e bollicine.
  2. bottega-artigiana-del-gustoBottega Artigiana del Gusto (via Erbosa, 12/r). Cucina toscana rivisitata in questo ristorante gluten free, dallo stile minimal. Si trova nel quartiere di Gavinana. Menu che spazia tra antipasti toscani, primi piatti classici come gnudi e gnocchi artigianali, secondi a base di carne e di pesce (baccalà, tagliata di manzo o di tonno, tartare di manzo), insalate e contorni, pizze e dessert (dal tiramisù alla zuppa inglese). Tutto gluten free per la gioia dei celiaci e in fondo di tutti. BAG è specializzato nella panificazione gluten free e i prodotti da forno senza glutine sono anche da asporto.
  3. bulli-e-baleneBulli&Balene (via dello Sprone, 14/r). Bulli&Balene per un locale dove concedersi spritz & cicchetti all’ora dell’aperitivo e insalatone e piatti etnici per la pausa pranzo. Il locale si affaccia su una dei luoghi più gettonati dell’Oltrarno: siamo in piazza della Passera, e da subito ha conquistato con i suoi drink a base di Aperol, Campari e Cynar. La lista dei cocktail è da scegliere sulla lavagna alle spalle del bancone del bar. Cicchetti secondo tradizione, anche se non mancano le proposte di stagione per completare l’offerta.
  4. occomeOccomè (piazza Ghiberti, 43/r). A Firenze mancava un ristorante dove il menu ruota attorno alle patate ripiene o come preferiscono chiamarle gli anglosassoni le jacket potatoes. A colmare la lacuna ha pensato Occomè in piazza Ghiberti. Le patate sono riempite con ragù, battuta di fassona, salsicce, bacon conditi con diverse salse. Il ristorante, pochi coperti e arredi molto semplici, propone un menu davvero per tutti: vegani, celiaci, vegetariani e… carnivori.
  5. ti-do-una-pizzaTi do una pizza (borgo Santa Croce, 21/r). Il nome dice tutto o quasi. Farina 0 e lievitazione che oscilla tra le 40 e le 48 ore sono il segreto dell’impasto di questa nuova pizzeria. La particolarità è però la pizza gluten free per la gioia dei celiaci che hanno quindi un nuovo indirizzo in Santa Croce. In questo caso la farina usata è di riso, talvolta miscelata con spezie o altre farine senza glutine. Non solo: c’è un’ampia proposta di pizze anche vegane con prodotti veg (würstel, prosciutto e mozzarella) e per diabetici.
  6. dispensa-veraceDispensa Verace (via Enrico Forlanini, 1). Dispensa Verace è pizza e cucina. Nel locale di San Donato in un ambiente dove domina il bianco, tra piante e bottiglie di vino in mostra sui ripiani e cassette di frutta e verdure, si punta su produzione propria, ingredienti di qualità e menu stagionale. La pasta fresca è preparata oggi, con un impasto ad acqua a base di farine siciliane di grani antichi. Sono servite specialità alla brace, cotte a legna, come la bistecca alla fiorentina biologica, il mix di asado, il filetto di scottona bio con riduzione al Chianti, la tagliata con osso biologica. A pranzo la formula è light con un menu del giorno. L’altra specialità del locale è la pizza, firmata da Gianfranco Simonetti e cotta nel forno Valoriani. C’è anche la versione senza glutine.
  7. san-niccoloSan Niccolò Bistrot (via di San Niccolò, 39/r). Nuovo sofisticato bistrot in Oltrarno. Il San Niccolò propone una carta abbastanza essenziale dove accanto ad antipasti, primi e secondi di carne spicca una sezione dedicata alle pinse: dalla cosacca alla San Niccolò con mozzarella rucola pomodoro fresco e prosciutto crudo. Piatti gourmet, anche se nel segno della classicità, dove si nota una certa influenza della cucina del sud. Piccola ma interessante la carta dei vini dove spiccano anche rosati e spumanti e alcune birre artigianali. Per chi preferisce c’è anche una piccola selezione dei cocktail più famosi.
  8. il-gambero-allegroIl Gambero Allegro (via Gabriele D’Annunzio, 10-12-14/r). Ristorante di pesce con un’attenzione particolare alle cruditè di mare, il Gambero Allegro porta avanti la tradizione della cucina marinara mediterranea. Pescato del giorno, profumi e sapori del Mediterraneo per un menu che riserva sempre belle sorprese.
  9. the-avv-barThe AVV Bar (via del Campidoglio, 12/r). Un avocado bar mancava ancora all’appello a Firenze. The AVV Bar colma questa lacuna. Il locale ha appena aperto accanto a Briscola, nello spazio che era occupato da Macinata sarti di burger. Menu tutto nel segno del frutto verde-oro che fa bene alla salute e rende allegro ogni piatto. Dagli smoothies ai cocktail, dai toast alle insalate per passare ai bagel e alla carne alla griglia.
  10. jumangiJumangi – cibi di campagna (borgo San Frediano). Una nuova schiacciateria in San Frediano. È attesa entro fine novembre l’apertura di Jumangi – cibi di campagna. Prodotti che arrivano dal circondario, in particolare da aziende di San Casciano Val di Pesa e una schiacciata dalla lunga lievitazione per essere leggera e digeribile. Questo è l’asso nella manica del nuovo locale di San Frediano.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti