Roma: tutte le novità di Gusto Kosher 2018

21 novembre 2018

Per festeggiare i 70 anni dello Stato di Israele, Gusto Kosher, il più longevo evento enogastronomico e culturale ebraico a Roma e in Italia si allarga, per durata e location. Da giovedì 22 a domenica 25 novembre, infatti, l’evento proporrà al pubblico un viaggio alle origini del gusto, con il titolo In principio (B’reshith), Racconti di grani e spezie e lo farà in più eventi dislocati in vari punti della città. Il tema ripercorre la storia dello Stato ebraico attraverso il cibo, dove le spezie sono prodotti non solo per insaporire i piatti, ma anche per conservarli a scopo terapeutico e curativo, nonché responsabili di grandi trasformazioni delle società.

gusto-kosher

Da Eataly giovedì 22 novembre alle 18 in Piazzale 12 Ottobre 1492 ci sarà un Convivio sulle spezie, mentre allo IED di Roma venerdì 23 novembre ore 11 in via Alcamo ci sarà un simposio sui grani, dalle coltivazioni tradizionali all’agritech. Entrambi gli appuntamenti sono moderati da Nerina Di Nunzio, direttore IED Roma e fondatrice di Food Confidential, gli eventi di gusto kosher invadono la città, da eataly al quartiere ebraico storico content partner della manifestazione. Infine, domenica 25 novembre, dalle 11.30 alle 17.30 nel quartiere ebraico in via del Portico d’Ottavia 73 il cibo sarà al centro della giornata. Ospiti israeliani dell’evento saranno Omri McNabb, chef israeliano-scozzese, Bar Shira e Gilad Livnat dell’Imperial Group il cui primo locale, l’Imperial Cocktail Bar, è al 17esimo posto nella classifica 50 Best Bars in the World e al primo posto per il Medio Oriente. Quindi il professor Yehoshua (Shuki) Saranga, del Dipartimento di Agricoltura, Cibo e Ambiente della Hebrew University, esperto in aspetti fisiologici e genetici dell’adattamento delle colture alle condizioni di stress, mappatura genetica dei tratti adattativi dello stress, ottimizzazione della produzione agricola in condizioni aride, nuove colture per le regioni aride e agricoltura sostenibile. Guest chef italiano sarà invece Guido Boemio, chef romano di Bistrot 4.5.

gusto kosher 3

Il programma della giornata prevede il mezè kosher, antipasto ricco con assaggi che spaziano dalla tradizione giudaico-romanesca a quella mediorientale, passando per la cucina sefardita e ashkenazita. I menu sono firmati da Dario Bascetta Grego e Giovanni Terracina di Le Bon Ton Catering e dal guest chef israeliano scozzese Omri McNabb, insieme al guest chef italiano Guido Boemio, chef romano di Bistrot 4.5, che si daranno da fare anche nei cooking show. Novità di quest’anno sarà la miscelazione, che avrà un momento dedicato al mixologist show dell’Imperial Group israeliano.

gusto-kosher-3

Ci sarà uno spazio dedicato alla degustazione di vino, birra, bollicine e distillati, in cui il pubblico potrà provare alcune tra le migliori etichette e cantine italiane e israeliane con certificazione kosher, e un salotto delle eccellenze. Quindi, i visitatori potranno scoprire piatti a base di spezie e grani lungo un percorso di assaggi da esplorare attraverso i vicoli della zona: un tour alla scoperta di uno dei quartieri più belli e antichi di Roma. Mentre i bambini potranno dedicarsi a laboratori, attività e workshop appositamente pensati per loro. L’ingresso alla manifestazione è gratuito, così come le degustazioni, mentre l’area food Mezè è a pagamento. All’ingresso sarò possibile cambiare gli euro in shekel di Gusto Kosher, da spendere per le degustazioni dei menu.

I commenti degli utenti