A Roma si celebra il buono: Mercato Mediterraneo

22 novembre 2018

Cibi diversi, culture diverse e mescolanze, tutti affacciati sullo stesso bacino: a Fiera di Roma, dal 23 al 26 novembre, torna Mercato Mediterraneo, seconda edizione per la manifestazione dedicata all’agroalimentare, da chi produce a chi lo consuma, dei Paesi che affacciano sul mar Mediterraneo. Tanti i momenti di confronto, formazione e dibattito che animeranno Mercato Mediterraneo. Da un lato sarà un’occasione per favorire i rapporti b2b tra aziende e buyer di tutto il mondo. Dall’altro, ci sarà uno speciale programma di appuntamenti one-to-one, riservato agli espositori con buyer di alto livello.

Il Programma

mercato-mediterraneo

Si comincia venerdì 23 con l’appuntamento dedicato allo sviluppo del Mediterraneo in ottica europea,Molti i temi trattati: da agricoltura e sostenibilità alla dieta mediterranea focalizzando l’attenzione sulla visione e sui progetti dell’Eurozona per l’area Med. Mediterraneo, un mare di opportunità è il titolo del seminario a cura della Fondazione Craxi, strutturato come un dialogo tra gli ambasciatori dei principali paesi del Mediterraneo e condotto da Stefania Craxi. Sabato 24, per la seconda volta, Mercato Mediterraneo ospiterà una masterclass di Food, Wine & Co. – The Italian Food Experience, il Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media della Facoltà di Economia dell’Università Tor Vergata a cura della professoressa Simonetta Pattuglia. Una tavola rotonda tenuta da esperti e studiosi della comunicazione e dell’economia, invece, affronterà il tema marketing e comunicazioni innovative per i prodotti agroalimentari del Mediterraneo.

presidio-slow-food-mercato-mediterraneo

Si parlerà di agricoltura e sostenibilità nel seminario I beni naturali del Med, quale futuro e strategia, curato dal Professore Francesco Sottile, docente di Scienze Arboree all’Università di Palermo e consulente per la Fondazione per la Biodiversità Slow Food International, insieme a docenti e ricercatori, con l’intervento anche di Salvatore Micillo, sottosegretario al ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Grande protagonista dei dibattiti di domenica sarà la dieta mediterranea, di cui si discuterà alla presenza del Mediterranean Diet Roundtable, osservatorio americano che studia la dieta mediterranea come segreto per la longevità, promuovendone l’applicazione in mense ospedaliere e universitarie, scuole, istituzioni e nella preparazione di pasti pronti distribuiti nei supermercati. Ospiti speciali del seminario saranno Phil Kafarakis – Presidente della Specialty Food Association e organizzatore dei Fancy Food Show – e Anne E. McBride, Vicedirettore del Torribera Mediterranean Center, in rappresentanza del Culinary Istitute of America,.

olio-oliva

Argomento di discussione di una tavola rotonda sarà l’olio extravergine d’oliva, che metterà insieme i rappresentanti internazionali del mondo oleario e i temi culturali e agronomici legati al mondo dell’extravergine nel Mare Nostrum. sarà allestito un oil bar con degustazioni e match con i buyer, oltre a un tavolo sensoriale Per l’occasione arriverà direttamente da Madrid, Antonio Luque, Presidente Dcoop la più grande cooperativa di olio e olive da tavola e uno dei principali attori nella commercializzazione degli oli d’oliva nel mondo e sarà presente David Granieri Presidente di Unaprol. Durante i quattro giorni della manifestazione, l’oro verde sarà il leitmotiv di Generazione Olio, un nuovo spazio ideato e gestito da studenti del Master di Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università Tor Vergata assieme a tre giovani olivicoltori in cui sarà presente un oil bar, con degustazioni e match con i buyer, un tavolo sociale sensoriale, dove si potranno apprendere le tecniche di degustazione dell’olio sotto la guida di esperti assaggiatori, e un minifrantoio.

Latte e derivati

Nell’ultima giornata di Mercato Mediterraneo l’attenzione sarà dedicata al latte e ai suoi derivati: prima, nella tavola rotonda Le forme del latte dalla Mesopotamia al Digitale, a cura di Vincenzo Mancino, fondatore di DOL e produttore di uno dei formaggi più antichi d’Italia, il Conciato di San Vittore, nonché promotore di un progetto di inclusione con le donne del carcere di Rebibbia, che lavorano nel caseificio Cibo Agricolo Libero, da lui fondato.

mercato-mediterraneo_uva

Poi, si parlerà di vino: Quale futuro per il vino del Mediterraneo, fra cambiamenti climatici e rivalutazioni salutistiche, senza tralasciare l’attenzione sullo stato attuale del mondo del vino, sarà l’argomento del seminario tenuto dal docente e giornalista Fabio Turchetti. Infine, il tema chef e ristorazione si terrà nel Restaurant Marketing Conference, un appuntamento organizzato da RistorAgency per capire quali sono le tecniche a disposizione per ottimizzare le performance aziendali dei professionisti del settore. Mercato Mediterraneo è al padiglione 9 di Fiera Roma. L’ingresso è gratuito: da venerdì a domenica dalle 10 alle 19 e lunedì dalle 10 alle 18. Per la registrazione degli operatori ci si può collegare al sito.

I commenti degli utenti