Americano

  • Difficoltà
  • Bicchiere di servizio
  • molto bassa
  • Rock Basso
14 febbraio 2014

Ingredienti

Strumenti

L’Americano è sicuramente uno dei drink più noti e richiesti per l’aperitivo. A dispetto del nome, il cocktail ha origine dal connubio tra due ingredienti italianissimi: il bitter Campari e il vermouth rosso. Secondo alcuni l’Americano sarebbe nato poco dopo la metà dell’Ottocento presso il Gaspare Campari’s bar a Milano. Molto probabilmente invece il drink ebbe origine negli anni ’20 con il nome Milano-Torino per via dei due ingredienti (il Campari di Milano e il Vermouth di Torino) e mutò il nome in Americano dopo il 1933 per celebrare la vittoria del titolo mondiale del pugile Primo Carnera al Madison Square Garden di New York. Il cocktail ebbe un grande successo fin da subito e raggiunse grande fama anche grazie ad alcuni omaggi cinematografici: si tratta infatti di uno dei cocktail preferiti di James Bond. Il cocktail italiano è considerato anche il padre del Negroni da cui differisce per l’aggiunta di gin e del Negroni sbagliato che prevede invece l’uso del prosecco.

Preparazione

  1. Americano cpon il vermut rossoPrendete il rock basso, versate il bitter Campari e il vermouth rosso in quantità uguali.
  2. Americano con ghiaccioAggiungete il ghiaccio, il top di soda e mescolate con il bar spoon. Unite anche la fetta di arancia e decorate con la scorza di limone.
Servite con cannuccia.

I commenti degli utenti