Prime Uve & Mixology: Caipivigna

  • Difficoltà
  • Bicchiere di servizio
  • bassa
  • Tumbler medio
21 novembre 2014
di Massimo D'Addezio

Ingredienti

Strumenti

La Caipivigna è l’interpretazione che Massimo D’Addezio, barman e proprietario del cocktail bar CO.SO. di Roma, ha voluto dare di uno dei cocktail più diffusi in Italia, la caipirinha. Per questa nuova versione del noto cocktail, è stata utilizzata l’acquavite d’uva Prime Uve di Bonaventura Maschio, un distillato ottenuto da pregiate uve bianche mature. A completare il cocktail si unisce la freschezza del lime e il dolce dello zucchero grezzo di canna che vengono pestati, nel bicchiere di servizio, per conferire un tocco acidulo e croccante alla caipivigna. Il ghiaccio è un ingrediente fondamentale di questo tipo di cocktail, poiché serve a rinfrescare l’acquavite e la diluisce leggermente.

Preparazione

  1. caipivigna - 1 raffreddare il bicchiereRaffreddate il bicchiere e il bar spoon con il ghiaccio tritato: è importante che gli strumenti siano ben freddi. Una volta fatto, svuotate il bicchiere.
  2. caipivigna - 3 aggiungere lo zucchero grezzo di cannaInserite nel bicchiere il lime a fette e aggiungete lo zucchero grezzo di canna.
  3. caipivigna - 4 pestareUtilizzate il muddler per pestare accuratamente gli ingredienti: questo passaggio estrae il succo del lime, necessario per sciogliere in parte lo zucchero.
  4. caipivigna - 6 unire prime uve Riempite nuovamente il bicchiere di ghiaccio tritato e versate l'acquavite d'uva Prime Uve bianca.
  5. caipivigna - 7 rimestareRimestate con il bar spoon, in modo da rinfrescare l'acquavite e diluirla con il ghiaccio.
  6. caipivigna - 8 assaggiateVerificate l'equilibro del cocktail, decorate con canna da zucchero decorticata e servite.

I commenti degli utenti