Irish coffee

23 novembre 2013

Ingredienti

Strumenti

L‘Irish coffee è un cocktail a base di caffè, conosciuto anche con il nome di caffè irlandese per via delle sue origini. Secondo la tradizione la ricetta originale è stata inventata nel 1942 nell’aeroporto di Shannon in Irlanda. Lo chef Joe Sheridan per riscaldare e confortare i passeggeri, che nella tarda notte aspettavano l’aereo, iniziò a sperimentare un nuovo tipo di bevanda. Stupiti dalla bontà di questo cocktail, i viaggiatori gli chiesero se fosse caffè brasiliano, ma Sheridan rispose che si trattava di caffè irlandese. Da qui il fortunato nome con cui è conosciuto ancora oggi. A differenza di quello che si potrebbe pensare, la ricetta è piuttosto recente ma ha acquisito rapidamente una notevole popolarità in tutto il mondo, tanto da conquistare una schiera di fan anche in Italia. L’Irish coffee è di moda ovunque e si gusta quasi in ogni bar, ma è naturalmente possibile prepararlo anche in casa grazie ad una ricetta piuttosto semplice da realizzare e alla portata di tutti. L’Irish coffee viene preparato con zucchero di canna, whisky, caffè bollente e una copertura di panna fresca. È di velocissima preparazione e si fa apprezzare soprattutto nelle serate fredde grazie al potere riscaldante del suo grado alcolico. L’Irish coffee è immancabile in ogni bar che si rispetti e, secondo una leggenda, il migliore viene servito ancora al Buena Vista Cafè, il bar in cui è stato inventato.

Preparazione

  1. Irish Coffee Step 1 In un bicchiere da Irish coffee (in alternativa un bicchiere di vetro della stessa capienza) versate lo zucchero, poi il caffè ancora caldo e mescolate fino a sciogliere completamente lo zucchero.
  2. A questo punto aggiungete il whiskey irlandese e mescolate di nuovo.
  3. Irish Coffee step 2 Ponete la panna montata sulla parte superiore facendola scivolare dal dorso di un cucchiaio, affinché rimanga in superficie. Non mescolate e servite immediatamente.

I commenti degli utenti