Prime Uve & Mixology: Dolce Cleopatra

  • Difficoltà
  • Bicchiere di servizio
  • molto bassa
  • Calice
16 gennaio 2015
di Massimo D'Addezio

Ingredienti

Strumenti

Il Dolce Cleopatra è un cocktail creato da Massimo D’Addezio, proprietario e barman del cocktail bar Co.So. a Roma, seguendo l’ispirazione tratta dall’acquavite d’uva Prime Uve Nere di Bonaventura Maschio. Gli ingredienti per questa preparazione insolita sono datteri, fichi secchi e pera nashi, detta anche la pera-mela: si tratta di abbinamenti che possono essere considerati classici con i distillati d’uva. La pera nashi possiede una bassa acidità e si accorda bene con la dolcezza di datteri e fichi secchi. Nel cocktail è presente anche un altro ingrediente particolare, il miele di limone, ricco di sentori di agrumi e fiori, dal colore chiaro e dorato, da aggiungere diluito con acqua in rapporto 1:1. Il Dolce Cleopatra va servito in un calice da vino ampio per contenere il volume del cocktail e permettergli di diffondere al meglio tutti i profumi.

Preparazione

  1. dolce cleopatra 1 datteri fichiIn un bicchiere precedentemente raffreddato con il ghiaccio, unite i datteri spezzettati, i fichi secchi tagliati a metà e pezzi di pera nashi.
  2. dolce cleopatra 2 prime uveAggiungete 6 cl di acquavite d'uva Prime Uve Nere. Unite il miele di limone diluito con un ugual quantitativo di acqua.
  3. dolce cleopatra 3 blender con ghiaccioVersate gli ingredienti del bicchiere in un blender e frullateli per qualche secondo.
  4. dolce cleopatra 4 bicchiereAggiungete il ghiaccio e frullate ancora. Prendete un calice da vino e versate il contenuto. Potete guarnire con un fico secco inciso con il coltello.

I commenti degli utenti