Le alici sono molto utilizzate nella cucina mediterranea, perché versatili e adatte alla preparazione di numerosi piatti salutari. Le alici conservate, ad esempio, sono un cibo di largo consumo ed esistono tre varianti per preservarne le caratteristiche: sotto sale, in marinata o industriale. Le alici sotto sale richiedono una lavorazione laboriosa che dura ben 45 giorni prima di poter regalare il prodotto finito. Molto più diffuse sono le acciughe conservate industrialmente, sott’olio, sotto sale o in salsa. Esiste anche una pasta d’acciughe in tubetti, che va tenuta in frigorifero una volta aperto il tubo. In cucina le acciughe si prestano a diverse preparazioni: quelle di taglia piccola sono ideali per fritture e sughi, mentre per le altre ricette è consigliabile utilizzare pesci dai 10 cm in su. Non è raro trovare acciughe tritate nella salsa di pomodoro della pizza, perché donano una sapidità e un gusto particolare. La variante di pizza con le acciughe più conosciuta è la Napoli, solitamente condita anche capperi e origano.

Questo alimento si può consumare cotto, crudo, sott’olio e sotto sale. Quelle più grandi sono normalmente utilizzate per le cotture alla griglia o al forno, mentre quelle più piccole sono particolarmente adatte alla frittura o alla preparazione di sughi e salse. Per riconoscere la freschezza del prodotto è indispensabile assicurarsi che abbia un odore non sgradevole, un corpo rigido, un occhio vivo e non sporgente e squame che non si stacchino da sole. Un'acciuga fresca si riconosce anche e soprattutto dall'odore che non deve essere ammoniacale ma delicato.

Per pulire le alici occorre eliminare la testa, le interiora e, una volta aperte a libretto, anche la lisca centrale. Vanno inoltre lavate accuratamente sotto l'acqua corrente. Se freschissime è possibile congelarle per un paio di mesi al massimo. In frigorifero invece si conservano per due o tre giorni. Le alici sono ottime se consumate fritte e, in questo caso, la cottura deve avvenire a una temperatura sempre inferiore ai 180 ⁰C. Sono molte le ricette in cui le alici sono protagoniste: nel tortino, nelle salse e nei condimenti, sulla pizza, fritte, al forno e ripiene.

Le alici sono un eccezionale prodotto del mare: hanno un alto contenuto di proteine, grassi buoni e minerali; sono facilmente digeribili e appropriate per una cucina salutare. Come tutti i pesci azzurri, le alici sono ricche di omega-3, fosforo, calcio, ferro, selenio, niacina e riboflavina e pertanto hanno differenti proprietà come la capacità di migliorare la memoria, di combattere l'osteoporosi e di prevenire le malattie dovute all'invecchiamento.

Ricette con acciughe

Cavolfiori affogati, contorno invernale

Il cavolfiore affogato alla siciliana è un contorno tipico della tradizione catanese a base di cavolo, olive e acciughe: ecco la ricetta.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Calorie
  • 150 per 100 g

Crispelle siciliane con acciughe: per la vigilia di Natale

Le crispelle siciliane con acciughe sono un finger food da gustare caldo, all’interno dell’impasto delle frittelle si nasconde una acciuga sotto sale.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 30 minuti
  • Riposo
  • 2 ore
  • Calorie
  • 350 per 100 g

Bavette alla montanara: verza e acciughe

Le bavette alla montanara sono un piatto povero, farcite la pasta lunga con cavolo verza, acciughe sott’olio e peperoncino.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Calorie
  • 360 per 100 g

Straccetti di manzo, salsa verde e pomodorini

Gli stracotti di manzo sono ottimi come secondo piatto leggero e gustoso, serviteli con una salsa verde alla rucola e pomodorini confit.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 1h 55'
  • Riposo
  • 10 minuti
  • Calorie
  • 240 per 100 g

Pizza di baccalà e scarola

La pizza di baccalà è arricchita da scarola, olive nere e acciughe, si gusta tiepida o fredda: ecco come si prepara in casa.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 2 ore
  • Calorie
  • 350 per 100 g

Pasta alla norcina con tartufo

La pasta alla norcina è un primo piatto tipico umbro: scopri la ricetta a base di spaghetti, tartufo nero, aglio e acciughe.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 25 minuti
  • Calorie
  • 315 per 100 g

Manzo all’olio, ricetta bresciana

Il manzo all’olio è una ricetta della cucina bresciana, si realizza con un taglio di manzo, acqua e olio di qualità.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 2h 20'
  • Calorie
  • 250 per 100 g

Pane cunzato, ricetta siciliana

Il pane cunzato, pane condito in siciliano è una ricetta isolana che prevede che pane casereccio sia riccamente farcito: ecco come farlo in casa.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 20 minuti
  • Calorie
  • 220 per 100 g

Spaghetti puntarelle e acciughe, cucina romana

Gli spaghetti con puntarelle e acciughe sono un primo piatto della cucina romana molto saporito e di veloce realizzazione.

  • Difficoltà
  • molto bassa
  • Preparazione
  • 20 minuti
  • Calorie
  • 350 per 100 g

Merluzzo con cipolle, dal Veneto

Il merluzzo con le cipolle è una ricetta tipica veneta in cui il pesce e le cipolle vengono cotte nel latte fino a diventare estremamente saporite.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 3h 20'
  • Calorie
  • 240 per 100 g

Zuppa di vongole e pomodoro

La zuppa di vongole è un piatto perfetto per qualsiasi stagione, scegliete vongole veraci e passata di pomodoro: servite con crostoni di pane.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Riposo
  • 2 ore
  • Calorie
  • 380 per 100 g

Mondeghili di branzino con salsa verde

Mondeghili di branzino con salsa verde sono polpette di pesce ispirate a una tradizionale ricetta milanese, da servire come secondo o come finger food.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 50 minuti
  • Calorie
  • 290 per 100 g

Carciofi alla siciliana

I carciofi alla siciliana sono un piatto della cucina italiana; sono semplici da realizzare e ideali da servire come secondo vegetariano o contorno.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 80 minuti
  • Calorie
  • 220 per 100 g

Abbacchio alla cacciatora: cucina del Lazio

L’abbacchio alla cacciatora è un gustoso secondo piatto tipico del Lazio: l’abbacchio infarinato è cotto in padella con acciughe, aglio, aceto e rosmarino.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 70 minuti
  • Calorie
  • 220 per 100 g

Ravioli di baccalà di Giovanni Milana

I ravioli al baccalà sono un piatto tipico della cucina romana: i ravioli sono farciti con baccalà e patate e sono serviti con una crema di ceci e acciughe.

  • Difficoltà
  • alta
  • Preparazione
  • 2h 55'
  • Riposo
  • 30 minuti
  • Calorie
  • 430 per 100 g
1 2 3 »