Greci e Romani utilizzavano l'anice per dare gusto ai piatti a base di pollo, maiale e coniglio; oggi invece nei Paesi del Nord Europa è impiegata per accompagnare verdure e formaggi. L'anice è molto utilizzato nella preparazione di gelati e ghiaccioli, ma anche di numerosissimi dolci (torte, pandolci e biscotti) e liquori (Pastis, Assenzio e Anisetta in Francia, Ouzo in Grecia, Tutone in Sicilia, Mistrà nelle Marche e per la celebre Sambuca). Tutti questi liquori a base di anice si usano anche per aromatizzare piatti a base di pesce, lumache e castagne.

L'anice ha un gusto piuttosto dolce ma forte con un aroma che ricorda quello dei semi di finocchio e con un leggero retrogusto di menta. I semi di anice sono molto profumati e, proprio per questa ragione, in passato erano racchiusi in sacchettini di tela e usati per profumare cassetti e armadi.  Nella cucina francese l'anice si utilizza in preparazioni sia salate sia dolci (pasticcini, croissant e macaron). In tutta Europa l’anice è impiegato all’interno di piatti tradizionali a base di carne (pollo e maiale in particolare) e per aromatizzare verdure e formaggi. In Cina lo si usa per aromatizzare le carni di anatra, maiale e pollo, mentre in Italia, in particolare nelle Marche, lo si impiega per la preparazione degli anicetti, dei biscotti tradizionali.

L'anice ha numerosi effetti benefici: il più noto è quello digestivo ma ha anche proprietà antispasmodiche, carminative, stimolanti ed è uno degli ingredienti principali dei medicinali fitoterapici contro la tosse. Favorisce il rilassamento e, in antichità, era considerato un ingrediente afrodisiaco. È infine in grado di ridurre la sensazione di nausea, vomito e flatulenza e, per potenziarne le proprietà, può esser assunto insieme al finocchio.

Ricette con anice stellato

Schiacciata livornese con anice

La schiacciata livornese è un dolce pasquale tipico di tutta la Toscana, è una sorta di focaccia dolce e aromatica che si gusta a merenda o come dessert.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 45 minuti
  • Riposo
  • 24 ore
  • Calorie
  • 340 per 100 g

Pain d’épices, dalla Francia

Il pain d’epices è un dolce a base di farina di segale e di frumento, arricchito da un insieme di spezie che gli conferisce un’aromaticità inconfondibile.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 90 minuti
  • Calorie
  • 326 per 100 g

Sangria bianca con ananas

La sangria bianca è una bevanda alcolica a base di vino bianco, spezie e frutta come arance, limoni e ananas: venite a scoprire la ricetta di Agrodolce.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Bicchiere di servizio
  • Tumbler medio

Sangria

La Sangria è una bevanda della tradizione spagnola, si realizza mescolando frutta di stagione e vino tinto, il vino rosso spagnolo: ecco come si realizza.

  • Difficoltà
  • molto bassa
  • Bicchiere di servizio
  • Rock Alto

Pere sciroppate: come fare

Le pere sciroppate sono una conserva da realizzare durante la stagione fredda, permette di gustare le pere tutto l’anno: ecco la ricetta di Agrodolce.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 80 minuti
  • Calorie
  • 120 per 100 g

Pho: zuppa di manzo vietnamita

La zuppa di manzo vietnamita è un piatto a base di brodo di manzo, spaghetti di riso e controfiletto che è aromatizzato con coriandolo, zenzero e lime.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 9 ore
  • Calorie
  • 270 per 100 g

Pollo al curry

Il pollo al curry è un piatto tipico della cucina cinese tra i più amati in Italia. Scoprite come cucinare questo secondo piatto dal profumo orientale.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 30 minuti
  • Calorie
  • 320 per 100 g

Anatra ai cinque aromi

L’anatra ai cinque aromi è un secondo piatto tipico della cucina cinese del sud-ovest. Cucinate questa specialità profumata con un mix di spezie.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 80 minuti
  • Calorie
  • 350 per 100 g