Può essere bianco o rosè, ricavato dalla miscela di vini rossi e bianchi. Le uve utilizzate, rigorosamente raccolte a mano, possono essere a bacca bianca (champagne blanc de blancs) o a bacca nera (blanc de noirs). Prima dell’imbottigliamento può essere aggiunto al vino uno sciroppo di zucchero per correggerne il sapore.

La nascita dello champagne si deve all’abate Dom Pèrignon che, nel 1670, si dedicò alla produzione del vino migliorandone le tecniche: definì il pinot noir come vitigno più adatto, applicò la tecnica dell’assemblaggio (cioè mescolare i vini per ottenerne la somma delle qualità) e sostituì i tappi di legno con quelli di sughero.

Lo champagne è un toccasana per cuore e cervello grazie alla presenza di antiossidanti che riducono gli effetti dei radicali liberi. Ha un contenuto calorico considerevole, contiene ferro, calcio e poche proteine.

In cucina lo champagne è ottimo per preparare risotti. È ideale con le ostriche, fragole e caviale, e può essere utilizzato anche per fare vari cocktail.

Ricette con champagne

Risotto allo Champagne: eleganza a tavola

Il risotto allo Champagne è un primo piatto perfetto per una cena raffinata, provate ad arricchirlo con il salmone affumicato.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 30 minuti
  • Calorie
  • 350 per 100 g

Kir Royal: il cocktail

Il Kir Royal è un cocktail di origine francese a base di Crème de cassis e champagne: il barman Livio Morena mostra come prepararlo a casa.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Bicchiere di servizio
  • Calice

Mimosa

Il Mimosa è il capostipite degli sparkling cocktail. Agrodolce vi spiega la ricetta con tutti i segreti per farlo a regola d’arte.

  • Difficoltà
  • molto bassa
  • Bicchiere di servizio
  • Flute