La nigella sativa è ricca di principi nutrizionali, contiene ben otto dei nove aminoacidi essenziali oltre ad un centinaio di componenti preziosi tanto da potersi definire una “sinfonia di sostanze vitali” tra cui: calcio, ferro, magnesio, proteine, vitamine A, B e C, etc. Contiene, inoltre, una sostanza chimica chiamata thymoquinone che pare abbia notevoli effetti anticancro. Ha proprietà antistaminica e vaso regolatrice. Ottima contro il meteorismo, nelle affezioni catarrali, per favorire il flusso mestruale e nella dismenorrea. L’olio ricavato da questa pianta, l’olio di nigella, è da sempre usato per trattare dermatiti e scottature.

Il seme è utilizzato principalmente per la preparazione di liquori, caramelle e dolci in genere. È l’ingrediente principale di una bevanda al gusto di cola: Evoca Cola. Nella cucina mediorientale viene spesso usato per insaporire e ricoprire particolari tipi di pane come il Peshwari Naan. In Italia, invece, l’uso della nigella sativa in cucina non è molto diffuso ma generalmente si sposa bene con verdure, sottaceti, formaggi, legumi e carne.