Akira Ramen Bar, Roma

28 novembre 2016

Affacciato su via Ostiense e attorniato da decine di locali di ogni tipo, Akira è ufficialmente il primo luogo dedicato al ramen nella Capitale. L’ambiente è luminoso, caldo e accogliente, con la cucina a vista dove i cuochi giapponesi assemblano rapidamente le ciotole di ramen e cucinano le altre specialità presenti in menu. tonkotsu ramen e tsukemen serviti in un ambiente caldo e luminoso La carta è giustamente contenuta, prevede 3 tipi di ramen e 2 tsukemen, pietanza in cui noodles e brodo sono serviti separati. Per stimolare l’appetito, i pork vans, panini al vapore farciti con pancia di maiale, lattuga e maionese, sono godibili e si finiscono in pochi morsi; buona e saporita anche la potato salad accompagnata da un uovo marinato. Il brodo in cui sono immersi i noodles, sottili e piacevolmente tenaci al morso, è a base di ossa di maiale, molto denso e sostanzioso. Delle 3 varianti proposte, il Red Spicy Tonkotsu ramen è il migliore, con una spinta piccante intensa a cui, per stemperare, sono necessarie le aggiunte di ajitama (uovo marinato) e, magari, mais dolce e porro bianco. Il servizio è molto gentile e rapido, ma durante il weekend le attese tendono ad aumentare. È necessaria la prenotazione, anche se spesso ci sono posti disponibili al bancone.

Akira Ramen Bar

  • Indirizzo: via Ostiense 73/f, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 89344773

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti