Al Ristoro degli Angeli, Roma

12 febbraio 2014

Nel ventre di Garbatella, a due passi dal teatro Palladium, l’insegna luminosa e verde di questo ristorante ispira un conforto immediato. La sensazione aumenta appena varcata la soglia, tra tavoli di legno consumato, angeli paffuti che occhieggiano da ogni superficie disponibile e un mobilio accogliente che dà l’impressione di essere entrati (da invitati, ovviamente) in casa di qualcuno. un locale dall'atmosfera rassicurante che propone una cucina rustica ed elegante allo stesso tempo Se poi si scambiano due parole con Elisabetta, padrona di casa dai capelli di smeraldo, si ha l’impressione di essere approdati in un porto sicuro, dove rilassarsi e stare bene. Il menu armonizza con l’anima del locale, proponendo piatti rustici eppure eleganti, casalinghi e fatti bene. Tra gli antipasti spicca il tortino di patate e broccoletti, una piramide morbida e lievemente piccante, stemperata dalla burrosità della mozzarella di bufala e dalla dolcezza dei nastri di finocchio; anche la focaccina calda con lardo senese bio è molto buona e scompare in pochi soddisfatti bocconi. Dai primi sarebbe un peccato tralasciare un piatto in apparenza semplicissimo, ma con tanto da dire: Fettuccine degli angeli, belle corpose, al dente, con una ricchezza a cui partecipano tutti gli ingredienti (burro di montagna, parmigiano stravecchio e semi di sesamo tostati). I secondi si fanno apprezzare, in particolare il pecorino della Sabina alla piastra e i saporiti involtini di melanzane. Casalinghe e rassicuranti le patate come le faceva la mamma di Enzo, profumate di alloro, cipolla, rosmarino e finocchietto. Per concludere in dolcezza marron glacé, yogurt e caramello, oppure gelato di crema alla vaniglia con composta calda di frutti di bosco.

Al Ristoro degli Angeli

  • Indirizzo: via Luigi Orlando 2, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 51436020

I commenti degli utenti