Bon Wei, Milano

11 novembre 2013

Un cinese unico nel suo genere, almeno a Milano: un ristorante elegante e raffinato, nei colori dell’arredamento, dal porpora al naturale al nero, e negli accostamenti tra materiali, in una perfetta fusione tra atmosfere orientali e modernità. L’effetto è sofisticato e rilassante, con luci soffuse ma ben orientate e due salette affacciate su un giardino interno che amplifica il senso di sospensione. Bon Wei è gestito da una coppia originaria della Cina orientale per il locale ha scelto di ispirarsi alla nuova Cina, quella di Pechino e Shanghai. Una cucina cinese autentica che spazia dalle specialità cantonesi ad alcune pietanze tipiche di Pechino e ShanghaiLa cucina dello chef Guoqing Zhang però affonda le radici nella tradizione, concentrandosi sulle specialità cantonesi e concedendo comunque spazio anche a piatti come l’anatra alla pechinese. L’offerta è davvero ampia, dal dim sum alle zuppe (di abalone, di pinne di pescecane), dalle rane al riso, dai gamberi all’anatra, dal granchio all’astice: tutte pietanze proposte in diverse varianti e accompagnate preferibilmente da birra cinese. Una versione autentica della gastronomia orientale, lontana dall’alone odoroso e pesante che le si associa abitualmente: da Bon Wei i fritti sono alleggeriti e le pietanze rielaborate per un gusto moderno, con materie prime fresche e di qualità.

Bon Wei

  • Indirizzo: Via Castelvetro 16/18, Milano
  • Chiusura: lunedì a pranzo
  • Spesa: entro i 50€
  • Chef: Guoqing Zhang
  • Tel: 02 341308

I commenti degli utenti