Collegio, Roma

23 marzo 2017

La famiglia Santarelli proprietaria del famoso Vini e Olii riapre i battenti dello storico locale in piazza Capranica. Un accurato intervento di restauro ha trasformato l’antica bottega in un ristorante contemporaneo ma che, sia nell’estetica che nell’offerta, mantiene ben salde le radici nella tradizione culinaria e familiare. l'antica bottega è stata trasformata in un ristorante contemporaneo, nell'estetica e nell'offerta Due sale e, si spera presto un dehor esterno, dove gustare i piatti dello chef Alessandro Cecere, il cui curriculum internazionale è garanzia di una cucina non banale ed aperta ad un gusto cosmopolita. Si parte con degli antipasti che vanno dalle alici fritte con panure agli agrumi e pepe di sichuan servite con maionese allo zenzero, alla battuta di manzo con tuorlo fritto, passando per il baccalà, simbolo della romanità a tavola, rivisto in un tris non banale. Ben eseguiti i primi della tradizione romana, in alternativa ricette che richiamano negli ingredienti il territorio laziale. Tra i secondi piatti sei proposte equamente divise tra carne e pesce: alla rana pescatrice, bardata con lardo su crema di cicerchie e scarola saltata, risponde la guancia di manzo brasata con broccoli romani montati; e ancora: filetto di tonno rosso in crosta di agrumi e paprika con asparagi dolci o maialino porchettato. Nella seconda sala vi è anche un bel banco gastronomia con salumi e formaggi. Capitolo dolci: una decina i dessert, presenti tutti i grandi classici con in più qualche variante originale come il tiramisù alla sambuca e la creme brulée allo zenzero e agrumi. Di alto livello la carta dei cocktail curata da Emanuele Broccatelli, miscelati che valorizzano eccellenti distillati italiani e stranieri ed una ricerca attenta degli altri ingredienti. Interessanti le serie di cocktail dedicati ai diversi paesi e denominati con il tipico brindisi nelle rispettive lingue. Rispettando l’antica dicitura del locale Vini e Olii al Collegio non poteva non esserci un’attenta selezione di vini, d’altronde la famiglia Santarelli è quella di Casale del Giglio, ma anche gli oli hanno il giusto spazio con una buona selezione di extravergine del Lazio.

Collegio

  • Indirizzo: piazza Capranica 99/100, Roma
  • Chiusura: lunedì
  • Spesa: oltre i 50€
  • Tel: 06 69940992

I commenti degli utenti