Fries, Roma

9 febbraio 2015
AGGIORNAMENTO 28/09/2017: il locale ha chiuso.

Dopo l’anteprima balneare di quest’estate a Ostia, nel cuore del Villaggio Mondiale, Fries ha ormai all’attivo due sedi nella Capitale (una dietro il Cuppolone, l’altra a Trastevere). Il motivo è presto detto: le patatine, italiane e con ancora un po’ di buccia, piacciono praticamente a tutti. patatineria dietro al vaticano che propone più di 20 salse di accompagnamento All’inizio furono soltanto le patatine stick, chips oppure tornado; adesso all’arco della patatineria si è aggiunto anche il formato contadino, increspato quel tanto che basta a catturare ancora più salse. Non la si potrebbe infatti definire una patatineria con tutte le carte in regola se non disponesse di almeno una decina di salse: da Fries ne propongono 25, divise nelle categorie belga (frite sauce, maionese, andalousecheddar cheese ecc.), senza glutine (guacamole, greca, bbq) e vegana (maionese di soia, ketchup, salsa kebab ecc.), oltre alle limited edition che cambiano spesso come cacio e pepe e pesto di Pra’. Soprattutto per quanto riguarda la sede di porta Cavalleggeri, preferite i mezzi pubblici all’automobile perché il parcheggio è oltremodo difficoltoso. Servizio gentile e sorridente.

Fries

  • Indirizzo: via di Porta Cavalleggeri 19, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: non disponibile
  • IMMAGINE
  • Andrea Amadei

I commenti degli utenti